Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Novara: sport e sociale i temi promossi dallo Sporting Club Monterosa

E’ ripartita ufficialmente la stagione 2019 dello Sporting Club Monterosa Novara.  Un avvio che porta a casa i primi grandi risultati per la squadra agonistica “Sporting Monterosa”, durante la giornata di domenica 24 febbraio che ha visto protagonista “Concorso Nazionale di Completo”, la “I^ tappa del Trofeo Italfiocchi” ed il debutto dell’iniziativa “Monterosa Eventing Trophy”, che offre .
1 class Ferrante Anchisi Cat 2
3 class Benedetta Gallo Cat 1
5 class Chiara Ferrarese Cat CN1*
La giornata ha visto anche la partecipazione di Susanna Bordone, membro dell’Arma dei Carabinieri. E l’amazzone che alle Olimpiadi di Pechino ha rappresentato l’Italia nel Completo. Nonostante la giovane età Susanna ha già dietro di sé una notevole scia di successi.
Insieme alla Bordone ha partecipato il marito Simone Sordi, classe 1978, parte della Squadra Azzurra ai Mondiali 2018.
Ma le grandi iniziative del Centro Ippico novarese sono sempre tante e di grande interesse. Infatti il Centro, ha accolto l’invito del Presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, l’avvocato Marco Di Paola di aderire all’iniziativa “M’illumino di meno”, ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. L’evento, che si terrà venerdì 1 Marzo dalle ore 18:00 alle ore 20:00, prevedrà dunque lo spegnimento di tutto il sistema di illuminazione dello Sporting Club Monterosa Novara. La nostra struttura non sarà ovviamente l’unica interessata: oltre alle adesioni dei privati cittadini, tra gli spegnimenti più scenografici abbiamo moltissime piazze e monumenti italiani, tra cui il Colosseo a Roma, la Torre di Pisa, l’Arena di Verona, Piazza del Campo a Siena, la Valle dei Templi ad Agrigento, la Madonnina del Duomo di Milano, a Torino la Mole Antonelliana e Piazza Castello, a Venezia Piazza San Marco, a Napoli il Maschio Angioino, oltre ai palazzi simbolo d’Italia, come quelli del Quirinale, della Camera dei Deputati e del Senato.
L’iniziativa, che ogni anno ha un tema specifico, nel 2019 è intitolata all’economia circolare. Il futuro inevitabile è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare "il fine vita" delle cose. Tutto si può rigenerare: bottiglie dell'acqua minerale che diventano maglioni, carta dei giornali che ritorna carta dei giornali, una cornetta del telefono diventa una lampada. Perché una dura quanto poco conosciuta verità si nasconde dietro la parola “Overshoot Day”. Questo termine indica il giorno nel quale l'umanità consuma interamente le risorse prodotte dal pianeta nell'arco di un intero anno. Giorno che nel 2018 è caduto il 1 agosto, mentre nei primi anni 2000 si aggirava attorno a fine settembre. Ciò vuol dire che l’anno scorso abbiamo usato le risorse della Terra “a credito” per ben 5 mesi su 12.
Ognuno di noi, nel suo piccolo, deve contribuire a ridurre il proprio impatto su questa Terra, che, ricordiamo, non ci è stata data in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli. E no, non è sufficiente una nevicata a New York per poter affermare che il cambiamento climatico non esiste.