Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Salto indoor a Santa Giusta, brillano i fratelli Pau

NEL PRIMO concorso ippico “indoor” della stagione agonistica 2012-13 in Sardegna, sono stati i fratelli Pau, Roberto e Marco, i protagonisti. A Santa Giusta, nel campo al coperto del circolo Usignolo, si son presentati più di centotrenta cavalieri ed amazzoni che si son affrontati nelle sedici categorie previste dal programma delle due giornate di gare. I fratelli Pau, padroni di casa dell’Usignolo che ha organizzato la kermesse equestre insieme al circolo di Siamanna “Grighine”, si son aggiudicati le due categorie “grosse”: la C130 a due manches che ha aperto la prima giornata della manifestazione è andata al più giovane Marco in sella a Meredith del Menhir, invece la C130 a difficoltà progressive con joker finale ha sorriso a Roberto con Snai Cruisella.
Nella prova a due manches Marco Pau ha preceduto Enrico Carcangiu con Ibis e sa Pittada ed Elena Lorenzoni con Forrest Camp: sono stati gli unici tre, su quattordici iscritti, a concludere i due giri con zero penalità, però il vincitore è riuscito a terminare il secondo percorso in 38.43 secondi, distanziando i due avversari. Anche nella C130 del secondo giorno è stato il cronometro l’arbitro della classifica, infatti Roberto Pau con la sua nuova cavalla, la tredicenne di origini irlandesi Snai Cruisella (al suo esordio in Sardegna), Luigi Angius con Gojano della Loggia e Paolo Ortu con Ludovik hanno terminato tutti e tre con 44 punti, ma Pau è riuscito a concludere il percorso impiegando alcuni secondi in meno rispetto agli altri due binomi.
Vincitori diversi anche nelle due “C120”: quella a due manches ha fatto registrare il successo di Filippo Muroni con Iriade con un doppio percorso netto (l’unico della categoria) davanti ad Andrea Cinus con Lurianox (otto penalità nel primo giro) ed a Stefano Licheri con Iesola Mandra Edera (quattro penalità nel primo giro e sei nel secondo). La cagliaritana Roberta Vadilonga in sella a Musico ha vinto la C120 a tempo con un percorso non velocissimo, 60.18 secondi, ma concluso senza commettere errori, facendo così retrocedere in classifica Stefano Licheri ancora con Iesola e Paolo Sabattini con Erika Bella, entrambi più veloci ma entrambi con un errore.
Alessandro Caddeo con Luna Notturna e Rebecca Boghi con Insolia hanno vinto le due C115, rispettivamente quella a tempo e quella a barrage consecutivo. Da segnalare la doppietta della giovanissima amazzone Laura Cherchi (dodici anni) con Enea nelle due categorie B100.