Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Parioli e Regina Elena, prima domenica di grandi classiche a Capannelle

ROMA. Eccole le nostre Ghinee, Premio Parioli e Premio Regina Elena, must della splendida primavera romana del galoppo. Sul miglio delle Capannelle 12 maschi dietro le gabbie del Parioli con Wait Forever, irlandese da Camelot, con la monta di Dario Vargiu che cercherà di confermare la leadership dei milers di tre anni conquistata a San Rossore nel Premio Pisa. Dalla prova del Prato degli Escoli approda al Parioli Captain Cirdan, terzo sul prato verde smeraldo di Pisa.
Sono della partita i primi due del milanese Gardone, Met Spectrum e Sir Vales, mentre dal Daumier provengono Maschio Italiano - secondo della prova di preparazione capitolina - e Whenindoubtsmile che fu terzo nel test probante in vista delle nostre Duemila Ghinee. Per Bruno Grizzetti galopperanno nella classica per i maschi Sopran Roccia, secondo di Gran Criterium, e la freccia Ipompieridiviggiù, laureato giovanile del Primi Passi.
Sono tredici le candidate al Regina Elena con un quartetto che sembra in evidenza nel borsino delle chances: la biondiana Key Master, predominante nel milanese Seregno, la progredita Temple Church, una Intikhab allevata da Stefano Luciani, la plurivittoriosa La Base e ancora la solida Sweet Gentle Kiss, altra bonne chance per Dario Vargiu nel pomeriggio romano che manda le femmine di tre anni ed oltre sulla dirittura del tradizionale Premio Carlo Chiesa.
Sarà valido anche come corsa tris e  nel mazzo di 14 aspiranti peschiamo My Lea, rientrata con prestazione convincente e terza un anno fa in questa prova. Musa d'Oriente resta su tre successi consecutivi e va ancora seguita al pari di Fataliste, rientrante di lusso, e di Zena Lady, venuta molto avanti alla première stagionale sul tracciato.