Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

La storia del cavallo cieco diventa un libro per bambini

La copertina del libro
La copertina del libro

PISA. Laghat, il cavallino cieco che ha conquistato il cuore di appassionati, nonni e bambini con la sua meravigliosa storia, che da Pisa è approdata in tutta la penisola con il messaggio importante di cui questo fantastico purosangue è portatore, adesso è un libro per bambini. Sarà presentato domenica alle 12.30 all'ippodromo di San Rossore e con la partecipazione dell'interprete principale di questa 'favola' dal mondo delle corse, lo stesso Laghat. Questa novità editoriale ha come titolo 'Laghat un cavallo speciale (Pacini Editore 2018 – 48 pg. – 10,00€) e già dalla bellissima copertina è un invito a sfogliarne le pagine.
E' la storia di un cavallo realmente esistente: si chiama Laghat, è un Purosangue Inglese, ed è stato allevato per diventare un cavallo da corsa e vincere i Grandi Premi negli ippodromi. Non sempre, però, la vita va nella direzione attesa e Laghat, quando è ancora puledro, a seguito di una malattia diventa quasi completamente cieco. A quel punto il suo destino sembrerebbe segnato ma Laghat è un cavallo fortunato perché è circondato da persone che si prendono cura di lui e che riescono a capire che, nonostante la menomazione, potrebbe ugualmente fare quello per cui è nato: correre e vincere. E questo è quello che, incredibilmente, accade perché Laghat riesce a vincere ben 26 corse negli ippodromi italiani nell’arco di una carriera agonistica durata otto anni e conclusa nel 2014: adesso il cavallo è in “pensione” ed è ancora in perfetta forma!
Questa è la storia di un cavallo speciale che Enrico Querci ha già narrato nel libro “Laghat, il cavallo normalmente diverso” (Pacini Editore – 2014), giunto alla quarta ristampe. Ha avuto un successo in parte inatteso, letto da adulti e ragazzi, ascoltato dai bambini per voce di un genitore o di un nonno. Da qui l’idea di raccontare questa storia anche per i più piccoli, in modo che loro stessi potessero leggerla, accompagnandola da illustrazioni belle ed efficaci. Un libro per i bambini perché la storia di Laghat può essere un esempio di come la diversità non deve far guardare con occhi diversi chi la porta ma, al contrario, cercare di capire come aiutare chi è in difficoltà. La comprensione e l’amicizia possono far instaurare quel rapporto di fiducia reciproca che rende una situazione apparentemente diversa in normale.
Sfogliandone le pagine che raccontano una storia vera che sembra una favola per le spruzzate di magia e di bellezza ed è resa ancora più suggestiva dalle illustrazioni di Vincenzo Basiricò che riempiono gli occhi, i bambini si renderanno conto di quanto Laghat sia un cavallo veramente speciale.
L'AUTORE - Enrico Querci, nato a Livorno nel 1961, è laureato in Scienze Agrarie ma la passione per i cavalli e l’ippica lo hanno portato a diventare giornalista e fotografo in questo settore. Gli ippodromi e i media ippici lo vedono ogni giorno in azione ma tutto quello che è legato al cavallo lo attrae, in particolar modo i palii e le manifestazioni storiche e rievocative. Nel 2014 ha scritto il suo primo libro, “Laghat, il cavallo normalmente diverso”, nel 2018 il secondo, “Voci in Campo – Jonatan Beppe e i testimoni muti del Palio di Siena”, entrambi pubblicati da Pacini Editore.
L’ILLUSTRATORE - Vincenzo Basiricò (in arte Viciolo) nasce a Trapani nel 1981, diplomato al liceo artistico, fin da piccolo manifesta una spiccata predilezione per il disegno che perfeziona avvicinandosi da autodidatta al mondo dei fumetti e dei manga. Pubblica sul web illustrazioni e fumetti. Questo libro è il suo esordio editoriale. Spruzzate di colore su parole belle che raccontano il prodigio di un autentico Miracolo, un cavallo cielo che entra nel cuore della gente e ci rende migliori.