Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Galoppo, Cristian Demuro trionfa nel Diane

PARIGI. Prestigioso successo del fantino italiano Cristian Demuro che nella domenica di gala del Prix de Diane monta con fiducia l’imbattuta La Cressoniere: l’allieva di Jean-Claude Rouget risolve una corsa che lo schema aveva reso complicata. Cristian la indirizza all’esterno dopo che c’è stata spesa per trovare posizione in partenza e bagarre per una caduta, quella di Armand. Si era mossa da campionessa La Cressoniere, vincendo sempre in bello stile e alla prova del fuoco delle Oaks francesi, un gruppo 1 con in palio 1 milione di euro, lotta nel finale per piegare una coriacea Left Hand.
Per la tenuta alla distanza, mai affrontata, garantiva una genealogia che assicurava fondo. E il successo della puledra che tutta la Francia ha spinto al proscenio, e’ una bella notizia per gli appassionati dei pedigree, di chi studia le classiche con ancora un occhio alle carte, alle suggestive linee di sangue, appigli sicuri per vincere una corsa che fa la storia di una femmina del galoppo. Al terzo posto Volta, un’altra delle piu’ attese per la sua iscrizione supplementare e per una forma a freccia in su’.
C’è ancora un altro po’ d’Italgaloppo nel tabellone del prix rosa di Chantilly: nel finale avanza a grandi folate per un quarto posto importante Azealia, allenata in Francia da Simone Brogi, il nipote di Sir Lorenz, una dinastia romana di grandi uomini cavalli che prosegue il suo percorso e stavolta con respiro internazionale che sa di intuito e di visione.