Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Eurodeputati chiedono rifiuto autorizzazione farmaco Fixplan

ettera di alcune eurodeputate  al Ministro Speranza perchè sia vietato in Italia l'uso del   Fixplan

"Con la presente intendiamo sottoporre alla Sua attenzione la richiesta, attualmente pendente, di autorizzazione alla distribuzione in Italia del farmaco Fixplan, prodotto dalla società argentina Syntex S.A.

Il Fixplan è un farmaco prodotto con il sangue di giumente gravide (entro i 120 giorni di gestazione) da cui si estrae il principio attivo Gonadotropina serica equina (PMSG), il quale viene somministrato negli allevamenti intensivi per massimizzare la produzione di carne, aumentando la fertilità di scrofe, bovini e ovini.

Varie investigazioni ed inchieste internazionali, come quelle condotte a partire dal 2015 da Animal Welfare Foundation, hanno documentato gli abusi e le sofferenze alle quali sono sottoposte le giumente, a cui vengono prelevati anche dieci litri di sangue alla settimana per la produzione di tale siero. Questo processo causa aborti sistematici in una fase avanzata della gravidanza, mettendo a rischio la salute delle fattrici e conducendo alla morte, in una condizione di forte agonia, dei puledri abortiti. Documenti video girati sotto copertura mostrano inoltre continui maltrattamenti, documentando come le cavalle vengano anche picchiate con bastoni e colpite ripetutamente con pungoli elettrici.

È utile inoltre sottolineare come il mercato farmaceutico disponga già di alternative sintetiche autorizzate, che renderebbero dunque ingiustificata l’autorizzazione di un farmaco, il Fixplan, realizzato attraverso i metodi cruenti descritti in precedenza.

Moltissimi cittadini hanno manifestato il loro sdegno verso tali atrocità, attraverso una petizione online che ha già superato le 30.000 firme e che La invita a bloccare l’immissione in commercio del Fixplan nel nostro Paese. Ci uniamo dunque a loro nel chiederLe di non contribuire a promuovere tali pratiche, negando l’autorizzazione alla commercializzazione del Fixplan in Italia.

La ringraziamo per l’attenzione e restiamo in attesa di un Suo gentile riscontro.

Distinti saluti,

Eleonora Evi, eurodeputata Verdi/ALE

Rosa D’Amato, eurodeputata Verdi/ALE

Piernicola Pedicini, eurodeputato Verdi/ALE

Ignazio Corrao, eurodeputato Verdi/ALE