Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

WEG: Endurance, Reining e Dressage le prime discipline in campo.

Il nostro portabandiera Stefano Brecciaroli. Foto Stefano Grasso
Il nostro portabandiera Stefano Brecciaroli. Foto Stefano Grasso

Con la cerimonia d’apertura di martedì 11 settembre alle 18 (ora locale) ha preso il via ufficialmente l’edizione 2018 dei FEI World Equestrian Games™ in calendario a Tryon in North Carolina (USA). È stato l’appuntato scelto Stefano Brecciaroli, portabandiera azzurro ai WEG, a sventolare il tricolore, suonando la carica agli azzurri presenti in tribuna.

Nella giornata inaugurale ispezione cavalli per gli azzurri delle discipline di Dressage, Endurance e Reining (mercoledì 12, anche per il Completo). Sul tracciato di Endurance non sarà, purtroppo, al via Tara du Barthas (Prop. Christian Quet), agli ordini di Carolina Asli Tavassoli, a causa di un leggero infortunio durante l’allenamento.

ENDURANCE– Saranno proprio i cavalli dell’endurance ad inaugurare il palinsesto sportivo di questi Campionati del Mondo. Oggi alle 6,30, gli azzurri saranno pronti alla partenza nella gara che assegna subito medaglie individuali e a squadre. I nostri binomi affronteranno il tracciato disegnato tra le colline di Tryon sui 160 km di percorso. Il CT della nazionale Angela Origgi ha comunicato, dunque, i quattro componenti della squadra azzurra, che sarà, dunque, composta da Melissa Bisoffi su Sharon de Suleiman (Prop. Laurence Fradj), Perrine Campaninisu Vega du Clos (Prop. Wiljan Poels), Daniele Serioli su Deporto (Prop. As Equicommerce di Serioli e Aucello Snc) e Matteo Tamborini, su Zibibbo della Bosana (Prop. La Bosana Soc Agr.). “Purtroppo – ha commentato Angela Origgi - la cavalla Tara du Barthas durante un allenamento sul percorso messo a disposizione dall’organizzazione ha avuto un leggero infortunio, probabilmente a causa del terreno reso pesante dalle forti piogge. Vista l’importanza del binomio il Team tecnico ha deciso di presentarla comunque alla visita preliminare, riservandosi successivamente di decidere se farla partire o meno. Matteo Tamborini con Zibibbo della Bosana presente ai WEG come riserva, partirà quindi insieme a Serioli, Campanini e Bisoffi per difendere i colori italiani”.


REINING- Occhi puntati anche sul Reining, che già oggi  assegna le medaglie a squadre (gara valida anche come prima qualifica individuale). È carico il Team Italia agli ordini del tecnico e capo equipe Marco Manzi. La squadra italiana – che dovrà partire come prima rappresentativa - potrà contare sulla grandissima esperienza di capitan Gennaro Lendi, campione mondiale ed europeo in carica, ma anche sul fondamentale contributo di Pierluigi Chioldo su Gun at The Gate (Prop. Antonio Zagaria), Manuel Cortesisu Pc Sliderina For Me (Prop. Az. Agr. Cortesi Pietro), Mirko Midili su Arc Sparkle Magnetic (Prop. Mirko Midili). Nell’arena di questo mondiale a titolo individuale Mirjam Stillo Giraudini su Ruff Spook (Prop. Shannon Reid). Primo a entrare in campo sarà Cortesi, seguito da Chioldo, Lendi, Midili e quindi l’individuale Stillo. “C’è l’atmosfera giusta – ha commentato il tecnico e capo equipe, Marco Manzi. Non siamo stati fortunati nell’estrazione dell’ordine di partenza, perché saremo la prima squadra al via, ma speriamo di far correre gli altri dietro di noi”.

DRESSAGE- Sempre oggi – per la prima parte della prova individuale e a squadre che si concluderà nella giornata di giovedì 13 settembre – scenderanno nel rettangolo realizzato nell’imponente campo gara principale del Tryon International Equestrian Center, i due azzurri che partecipano al mondiale nella disciplina del Dressage. Dopo ispezione e familiarizzazione è tutto pronto, dunque, anche per Pierluigi Sangiorgi (in campo già domani) che monterà l’italiano Gelo delle Schiave, cavallo di proprietà di Stefano Brecciaroli e per Riccardo Sanavio su Glock’s Federleicht (Prop. Gaston Glock), che si presenteranno in rettangolo giovedì 13 settembre.

CONDIZIONI METEO– Dopo il forte acquazzone di lunedì, ieri a Tryon sole, caldo e solo qualche nuvola. Intanto sembra allontanarsi l’incubo Florence. L’uragano che si avvicinava minaccioso in queste ore, non toccherà Mill Spring, ma secondo le previsioni interesserà la costa del North Carolina nei pressi di Wilmington, per poi spostarsi verso la Virginia, dove si spera perda la sua intensità. Se, almeno per il momento, Florence sembra allontanarsi, nelle giornate di giovedì e venerdì, pioggia e vento non faranno, comunque, sconti all’evento mondiale.