Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Volteggio, finale FEI World Cup è oro per l'Italia

Anna Cavallaro, Nelson Vidoni e  Monaco Franze
Anna Cavallaro, Nelson Vidoni e Monaco Franze

E’ di due ori e un bronzo il bottino di medaglie conquistato dall’Italia oggi, sabato 4 marzo, a Dortmund in Germania, sede della finale di FEI World Cup™ di Volteggio, per la stagione 2016/2017.
L’inno di Mameli suona nella categoria individuale femminile grazie ad Anna Cavallaro che ancora una volta è riuscita a sbaragliare la concorrenza e insieme al suo nuovo cavallo Monaco Franze (long. Nelson Vidoni) ha messo al collo la sua terza medaglia d’oro conquistata nel circuito di Coppa del Mondo della disciplina. Dopo i metalli più preziosi vinti a Braunschweig nel 2013 e a Bordeaux nel 2014 e i due bronzi ottenuti a Lipsia e Graz, rispettivamente nel 2011 e 2015, la stella del volteggio italiano è tornata sul primo gradino del podio con un punteggio di 8,654 nei due round previsti dal regolamento di gara.

Le azzurre sul podio però sono due, perché all’ottima prova di Anna Cavallaro ha risposto una altrettanto convincete Silvia Stopazzini che, dopo una stagione guarnita da ottime prestazioni conseguite nelle tappe di qualifica, nella finale di oggi ha ottenuto il punteggio di 8,242, mettendo al collo la medaglia di bronzo.
Silvia, che conquista così la sua prima medaglia in una finale di World Cup della disciplina, ha volteggiato su Hot date Tek, cavallo “longiato” da Laura Carnabuci.   

Ma non è finita qui, perché ai successi della categoria individuale femminile se ne aggiunge uno davvero importante. Quello ottenuto dal Pas de deux azzurro, composto proprio da Silvia Stopazzini e Lorenzo Lupacchini. E’ medaglia d'oro anche per loro, al termine di una stagione nella quale il duo italiano ha letteralmente primeggiato. Con il punteggio di 8,698 messo in cassaforte nella gara più importante della stagione oggi su Rosenstolz 99 (Long. Laura Carnabuci), l’Italia è, dunque, ancora sul gradino più alto del podio nella finale di Coppa del Mondo di categoria.