Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Trotto. Vivid Wise da battere nel Gran Criterium

MILANO. Tradizionale festività di Sant'Ambrogio a Milano e assieme alla Prima alla Scala nel cartellone figura anche l'appuntamento con il Gran Premio di trotto all'ippodromo. Si tratta del Gran Criterium, che alla Maura assegnerà la corona del miglior due anni sul miglio, visto che il 26 dicembre Roma, con il qualificante Premio Allevatori sui 2100, proporrà il contest elitario che designerà il leader generazionale sulla media distanza. Mercoledì a Milano si correrà anche per ricordare e onorare una figura di grande proprietario/allevatore come Bepi Biasuzzi.
Il chiaro favorito del Gran Criterium è il torinese Vivid Wise As, imbattuto nelle sei corse disputate e con il vertice cronometrico (1.13 al km.) del GP Anact a Napoli. Dietro l'autostart del '1650' dotato di 187 mila euro il Bivans allenato e guidato da Marco Smorgon si avvierà in pole, avendo al suo fianco quello che per quanto esibito, cinque vittorie in sei uscite e performance importante nell'ultimo impegno, rappresenta l'alternativa principale al favorito: Vampire Dany, per il quale Erik Bondo ha ingaggiato Roberto Andreghetti che  vestirà il blu e giallo della Wave, stessa giubba della 'Divina' Unicka.
Piu' equilibrato ed incerto il Gran Criterium Filly, dove l'attuale capolista dei trainer nazionali (per numero di successi nell'annata), il campano di Toscana Gennaro Casillo, schiera un tridente e guida personalmente l’imbattuta in quattro corse Vanessa Tor, con numero favorevole. (Paolo Allegri)