Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Trotto. Domenica la Copenhagen Cup con tre italiani

ROMA. Ha preso forma oggi, alle 15, il campo ufficiale dei partenti della Copenhagen Cup (gruppo 1, 500.000 dk, m. 2011) di domenica a Charlottenlund, in Danimarca. Sorteggio buono per Zacon Gio, che ha pescato il 5, e per il vecchione Arazi Boko, che si avvierà con il 3 e che il team Gocciadoro affiderà alla guida del belga Jos Verbeeck. Decisamente scomodo invece per l’altro allievo del team Gocciadoro, confinato dall’8 all’estremità della prima fila. Il vincitore dell'International Trot 2019 è rientrato vittoriosamente a Napoli il 6 marzo, prima dell'interruzione delle corse in Italia, e la scorsa settimana s'è resto protagonista di un gran lavoro nel centro di allenamento del suo allenatore Holger Ehlert a Migliorino Pisano. Vitruvio sarà alla ricomparsa dal quinto posto nel France di inizio febbraio a Vincennes, Arazi Boko dal successo nel Campionato Master di fine dicembre a Bologna.

Questo lo schieramento completo della Copenaghen Cup, che avrà montepremi decurtato rispetto a quello originario di 750.000 corone danesi: 1 Makethemark (U. Olsson), 2 Chianti (B. Goop), 3 Arazi Boko (J. Verbeeck), 4 Milligan’s School (U. Eriksson), 5 Zacon Gio (R. Vecchione), 6 Heart of Steel (P. Untersteiner), 7 Mister F Daag (R. Bakker), 8 Vitruvio (A. Gocciadoro), 9 Generaal Bianco (J. Untersteiner), 10 Apapmand (J. Rask).

La corsa che si disputa a Charlottenlund è stata vinta quattro volte dalle scuderie italiane: Elaine Rodney nel 1964, Triple T Storm nel 1996, Ghibellino nel 2008 e Libeccio Grif nel 2011. L’ultimo successo di un cavallo nato in Italia è invece arrivato nel 2015 con Robert Bi, che in quella edizione ha firmato l'attuale record della corsa: 1.10.

Mario Viggiani - Corriere dello Sport