Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Trotto. Domenica il classico "Città di Padova"

PADOVA. Terzo appuntamento classico della stagione per i cadetti. I trottatori di quattro anni approdano al Breda, dove domenica va in scena il Città di Padova. Un miglio dove per le caratteristiche della pista, dalle rette brevi, vedrà la fase iniziale probabilmente decisiva. La classica veneta, che si disputa dal 1963, è occasione di rientro per due cavalle già laureate classiche. Si tratta dell'affidabile Valdivia, terza dell'Orsi Mangelli e di Vallecchia Dr, approdata al sigillo del Mangelli Filly risolvendo problemi caratteriali grazie a paddock e un cambio d'alimentazione.
Per Valdivia ci sono la pole e la guida tattica di Roberto Vecchione, mentre Vallecchia si avvierà dal 3 con Alessandro Gocciadoro ai comandi. In mezzo alle due giumente partirà Vicino Mec, altro con uun bel caratterino sul quale ha lavorato il trainer Gennaro Casillo modificando la vestizione. La versione recente del suo pensionario è un soggetto che all'ultima chiude in 55.7 gli ultimi 800 finendo a orecchie dritte. Antonio Di Nardo sarà in sediolo a questo soggetto che va a caccia del primo centro classico sulle ali di tre successi consecutivi.
La probabile leader iniziale della prova sarà Villa Santina Jet, femmina in campo per la Sant'Eusebio. Dopo il terzo posto nell'Andreani, la targata Jet, su una pista non lontana dai prati sui quali è stata allevata, cercherà di prendere la testa della corsa, ammorbidendo, su una retta più corta dello standard abituale, quella tendenza a calare nel finale che le ha impedito spesso di cogliere il traguardo pieno. Il team Rocca le affianca quel Venivici Roc che dopo essersi rivelato nel Firenze non ha confermato la performance in quel di Aversa. A Padova sarà della partita anche Vaprio, secondo al Cirigliano finendo fortissimo con gran volo dalle retrovie.
In sintesi, una gran bella corsa quella del Breda, densa di motivi d'interesse. (Paolo Allegri)