Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Trotto. Domenica di lusso a Firenze con due gran premi

FIRENZE. Domenica 3 febbraio il Visarno sarà il campo centrale della domenica ippica in Italia, con la disputa dei Gran Premi Firenze e Ponte Vecchio. Il primo, sulla distanza del miglio, rappresenta l'ouverture stagionale del circuito dei 4 anni, mentre la seconda è una prova sul doppio chilometro che data 1947 nella sua origine e vanta un'albo d'oro pieno di campioni, da Birbone a Tornese, da Crevalcore a Patroclo e continuando con Wayne Eden, Atod Mo, Esotico Prad e tanti altri.
Se il Firenze è in una veste essenziale, con sette in pista e gerarchie tutte da definire ad inizio annata, in una corsa molto aperta, il Ponte Vecchio 2019 ha raccolto le adesioni di 13 trottatori di 5 anni ed oltre in un mix variegato. Ci sono le cavalle che si erano messe ad andare forte nel finale del 2018, dalla varennina Super Star Reaf (Ale Gocciadoro in sulky) alla spumeggiante Tina Turner, con Gaspare Lo Verde, passando per la scattante Pantera del Pino, a Firenze affidata di nuovo a Giampaolo Minnucci, con il quale ha feeling collaudato. ù
Le due file della corsa vedono la prima frequentata da soggetti collaudati nel circuito classico con Santiago d'Ete (guida da definire) che ha preso un bel 2 di lancio, al 4 Talisker Horse rivelazione del recente Vittoria (Roby Vecchione confermato a bordo) mentre la seconda linea di schieramento annovera soggetti che con una progressione di forma notevole hanno scalato le categorie, come Umberto Axe (Romolo Ossani), Viola Trio (Marco Stefani), Tatanka Op (Riccardo Pezzatini) e Trottatore (Manuele Matteini). Si è già affacciata all'élite dei gran premi, con un discreto quinto posto nel Locatelli, la modenese Toscarella. E in questo ampio ventaglio di partenti e di chances completa lo schieramento, al 13, Twilight Lux, fior di cavalla che non sbaglia una corsa.