Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Trotto. Capannelle domenica è il Derby-day

ROMA. Domenica all’ippodromo delle Capannelle andrà in scena la finale dell’edizione numero 93 del Derby Italiano del Trotto (gr. 1 -  €. 847.000 – per indigeni di 3 anni – mt. 2100), per selezionare il miglior puledro di tre anni che si fregierà del Nastro Azzurro.  Nel grande pomeriggio romano l’ attenzione di appassionati e addetti ai lavori sarà attirata, come ogni anno, anche dalle Oaks del Trotto (gr. 1 – €. 253.000 – per femmine indigene di 3 anni – mt. 1.640) , vero e proprio Derby al femminile che regalerà alla vincitrice, oltre alla fama e al ricco montepremi, il tradizionale Nastro Rosa.
Al via del Derby, dopo che il Tar ha respinto il reclamo di Banderas Bi, restano 14 partenti. Il potente Bepi Bi, un Donato Hanover in grado di girare di fuori da protagonista, si presenta come il favorito della corsa, per i colori dei Biasuzzi e il training e la guida di Alessandro Gocciadoro. Il driver in giubba gialla, dopo due affermazioni nel Nastro Azzurro come trainer, è alla caccia del suo primo sigillo nel Derby come guidatore. E stavolta sembra avere il cavallo con il profilo giusto, questo Bepi Bi arrivato alla sua completa maturazione tecnica, agonistica e mentale proprio per la batteria del Derby, vinta in stile importante.
Sei gli allievi del team di Noceto, di cui ben quattro si avvieranno in prima fila. La scorsa settimana ha cambiato colori Bubble Effe, acquistato in compartecipazione dalla scuderia Biasuzzi e dalla Pink & Black dei fratelli Micciché. Bubble Effe è un eccellente partitore e con il 2 contenderà il comando della corsa nella partenza lanciata che vedrà in pole Blackflash Bar, laureata in stagione del Marangoni e del Giovanardi. La cavalla guidata da Santino Mollo è sulla carta l’alternativa più consistente al favorito mentre nel borsino delle chances il ruolo di terzo incomodo sembra essere quello di Barbaresco Grif, con Enrico Bellei a bordo e soggetto in grado di piazzare lo spunto dopo corsa all’attesa, sia nel Città di Napoli che nel recente Nazionale.
Nelle Oaks le principali candidate alla vittoria sono Balsamine Font, cavalla dei Rocca reduce da strepitosa campagna svedese nella quale ha mostrato un eccellente parziale conclusivo, e Betta Zack, la “punta” del folto schieramento dei Gocciadoro dall’alto dei sette successi in dodici corse disputate. A guidarla è stato chiamato Andrea Guzzinati,valente catch driver, mentre Ale Gocciadoro sale su Bahamia, portacolori di casa Brischetto. Tra le possibili sorprese Bahia Pax (una delle cinque pedine del team di Noceto), piaciuta molto nel Gran Premio Nazionale.