Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Toscana Tour, la Germania in primo piano

TOSCANA TOUR all'Arezzo Equestrian Center. Al tedesco Tim Rieskamp-Goedeking su Corvin (0/0 in 37.32) venerdì 6 aprile è andata la vittoria più ambita della giornata, quella ottenuta nella categoria 150 mista. Alle sue spalle si sono inseriti il diciannovenne belga Olivier Philippaerts su Sjoke (0/0 in 39.96) e il francese Marc Dilasser su Obiwan de Piliere (0/0 in 40.25) mentre il migliore per l'Italia è risultato Natale Chiaudani, quarto su Almero 80/0 in 41.14). Nella 140 a tempo del Silver Tour ha primeggiato il francese Marc Dilasser su Mistinguette (0 in 50.65), 2° è finito il nostro Christiano Mion su Ellyot (0 in 52.32) e 3° Natale Chiaudani su Daylight van de Vedmolen (0 in 53.19) mentre nella 140 a tempo del Gold Tour primo è il belga Jody Bosteels su Spetter (0 in 56.52), 2° l'inglese Keith Shore su Zegranne Z (0 in 59.34) e 3° l'azzurra Lucia Vizzini su Loro Piana Prinzess to Heart (0 in 61.10).
Per l'Italia Paolo Adorno su Classic Boy (0 in 55.25) si è aggiudicato la 135 a tempo del Gold Tour, in cui 2° è l'irlandese Richard Howley su Witch (0 in 56.39) e 3° il nostro Emilio Bicocchi su Hialoubet Vassago (0 in 57.34) mentre nella 135 a fasi consecutive del Gold Tour il migliore è stato l'abruzzese Emiliano Liberati su Ustinov (0/0 in 28.34), seguito da Roberto Turchetto su Dan (0/0 in 28.46) e da Gianni Govoni su Imponente (0/0 in 28.70). Il neozelandese Bruce Goodin su Casino (0/0 in 29.56) ha vinto la 135 a fasi consecutive del Gold Tour, 2° si è piazzato Roberto Cristofoletti su Tindra (0/0 in 31.68) e 3° l'inglese Keith Shore su Rubiroso Jx (0/0 in 31.71) mentre nella 135 a tempo del Silver si è imposto il britannico Nick Channing Williams su Jilda Rouge (0 in 54.10), seguito dal nostro Paolo Zuvadelli su Quanango des Aucels (0 in 57.32) e dalla finlandese Hanna Tardiveau su Wetrichta (0 in 58.00).
L'ultima competizione dell'arena Dante è stata la 125 a fasi del Bronze Tour che ha visto il trionfo della tedesca Antonia Schnabel su Trevano (0/0 in 31.28), la 2° piazza di federica Franceschetto su T (0/0 in 31.64) e la 3° di Thalison Diego Soares da Silva (BRA) su Balandin de litrange XXXXII (0/0 in 32.12) mentre la 130 a fasi consecutive del Silver Tour è andata a Rashid bin Ahmed Al Maktoum (UAE) su Dubai's Pride (0/0 in 26.29), seguito dalla danese Christiana Tetzlaff su Conquerest of Future (0/0 in 26.85) e dal greco Filippos Hager su Kanan Z Bebe (0/0 in 27.43). All'Italia, grazie a Daria Matteoli su Artthos (0 in 56.96) è andata la 115 a tempo del Bronze Tour, che ha visto la 2° posizione di Trine Brobak (NOR) su Crowny Alfarvad Z (0 in 61.32) e la 3° dell'azzurra Nathalie Santer su Christimas Child 80 in 63.09).
Nella 120 a tempo del Bronze primo è Morten Rudi Aarnes su Landego (0 in 54.28), 2° la britannica Elanie Williams su Angerton Tobytwo (0 in 58.32) e 3° il belga Baptist Vansimaeys su Hunter's Chelsey (0 in 61.01). Ad Asli Gulec (TUR) su Winnetou (0 in 61.17) va la 115/120 a tempo del Ch & Jun Bronze Tour, che ha visto la 2° piazza della rumena Ioana Ganea su peggy (0 in 63.11) e la 3° di Virginia Balocco su Lesley (0 in 66.12).
Nella 110 a tempo del Pony Tour 1° e 2° è la belga Maartje Verberckmoes rispettivamente su Hambys Parla (0 in 56.50) e su Baussy Jones (0 in 59.48) e 3° lo svedese Gabriel Andersson su Betty Boop (0 in 61.40). Tra i pony la 115 a tempo è andata allo svedese Gabriel Andersson su Good Time Girl (0 in 60.29), 2° è la danese Clara Hallundbaek su Saorsie (0 in 71.56) e 3° Emil Hallundbaek su Ulysse du Maron (0 in 80.96) mentre nella 120 a fasi consecutive la vittoria è andata alla danese Clara Hallundbaek su Dibidoe (0/0 in 31.20), 2°e 3° Emil Hallundbaek rispettivamente su Pauldars Pocket Rocket (0/0 in 34.95) e su Okehurst Little Bow Wow (0/4 n 27.26).