Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Salto ad Arezzo, Chiaudani è campione d'Italia

Natale Chiaudiani in azione. Foto Stefano Grasso per cavallo2000
Natale Chiaudiani in azione. Foto Stefano Grasso per cavallo2000

TUFFO nel lago del campo Boccaccio e applausi scroscianti per Natale Chiaudani, che si è laureato campione italiano assoluto 2012 di salto ostacoli all'Arezzo Equestrian Centre. Al termine di due splendidi percorsi chiusi con 1 penalità in sella al sauro tredicenne Fixdesign Almero 12, il fuoriclasse tortonese (3,15), ha conquistato la medaglia lasciando in seconda piazza il caporale dell'Esercito Italiano Lucia Vizzini su Loro Piana Quinta Roo (13,33) e in terza il senese Giovanni Consorti sulla dieci anni italiana Silverstras (15,33).
“Erano molti anni che inseguivo questa medaglia – ha dichiarato Chiaudani – Da giorni ero molto teso, più che delle normali gare, perché sentivo l'ottima forma fisica di Almero e ci tenevo a fare del mio meglio in questa occasione. Dedico questa vittoria a mia figlia Lucrezia e Catia, che sono venute a sostenermi, alla Fixdesign, il mio nuovo sponsor, che mi ha portato fortuna, e ad Antonio Inghilleri, il fisioterapista di Almero. Ringrazio anche Tiberio, operatore del team Pat Parelli, che mi ha aiutato nel lavoro di Almero: con il suo aiuto sono riuscito a dare al mio compagno di gara maggiore serenità e concentrazione. Le sgroppate, che oggi Almero ha tirato solo dopo la fine del percorso, una volta erano per noi un grande problema, durante il percorso lui con queste allegrate si disuniva e deconcetrava, ora riesco frenare la sua voglia di giocare e gli concedo una sgroppata solo dopo il traguardo.”
“ Questa medaglia d'argento – ha dichiarato Lucia Vizzini – la dedico all'Esercito Italiano che mi ha sostenuto in questo anno difficile. E' per me una grande soddisfazione il fatto che negli ultimi 3 anni con Loro Piana Quinta Roo ai campionati assoluti mi sono sempre piazzata nei primi 5 posti”. Al fianco di Lucia, la fisioterapista di quinta Roo, Patrizia Meroi, che da due anni segue la sua cavalla in gara e a casa.
Sfortuna e quarta posizione per Massimiliano Ferrario, che sul potente Acamar (15,77) ha chiuso la seconda manche con un rifiuto facendosi scivolare via il terzo gradino del podio; quinto è Filippo Moyersoen su Loro Piana Canada (16) e sesto l'Aviere Scelto Luca Marziani sulla potente Wivina (17,12).
La settima posizione è andata al Caporale dell'Esercito Italiano Simone Coata su Mirage de Levaux (20,25), l'ottava al viareggino Matteo Giunti su Bambino van't Zorgvliet (25,17), la nona al Caporale dell'Esercito Italiano Alberto Zorzi su Carlotta (25,31) e la decima a Marta Bottanelli su Risolde (31,41).