Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Salto ad Arezzo, Bracci domina nella prima "grossa"

IL MIGLIORE della giornata di apertura del concorso nazionale di salto ostacoli A4*, apertosi venerdì 4 maggio all'Arezzo Equestrian Centre, è stato il laziale Andrea Bracci in sella ad Ehrnan della Cometa che ha chiuso con doppio percorso netto in 31,42 la gara “grossa” della giornata, categoria 140 a fasi consecutive. Alle sue spalle il corregionale Antonio Alfonso in sella a Celeste Z (0/0 in 32,04) e il toscano Graziano Tazzi su Jana Pommes (0/0 in 33,13. Nella categoria 130 a tempo ha primeggiato Andrea Bartoletti su What A Carnute K (0 in 67,16) seguito da Gaia Tommasi su Clinton S (0 in 68,15) e da Paola Santini su Vigo (0 in 68,44). Tra i 46 binomi in gara nella categoria 130 a fasi consecutive ha vinto Fabio Iannucci su Colmann H (0/0 in 31.03), 2° è risultato Andrea Bartoletti su Quinne du Jaolas (0/0 in 31,26) e 3° Matteo Giunti su Unite du Sud (0/0 in 31,53).
A Miriana Bertolini su Papillon Rouge (0 in 68,09) è andata la categoria 125 a tempo, in cui il 2° posto è andato a Sindel Perrone su Alsos (0 in 68,44) e il 3° ad Emanuela Giaccio su Tanbja (0 in 71,91) mentre nella 120 mista si è imposto Garua (0/0 in 31,58) montato da Guido Franchi, seguito da Giovanni Mariottini su M. Qualiffo (0/0 in 31,87) e da Maria Vittoria Bonanni su Qualypso du Fenaud (0/0 in 32,54). Nella 115 a tempo ha vinto Margherita Gazzei su Sole Mio (0 in 55,27), 2° s è piazzata Francesca Tripodi su Coppr Dust (0 in 56,84) e 3° Francesca Conte su Medoc (0 in 57,09) mentre nella B110 di precisione hanno chiuso primi ex aequo: Alessio Gardi su Smirnovski Greenfield, Angelica Santonicola su Amber B, Raffaelle Minieri su Cherie del Tiglio, Massimilla Dussoni su Tamerville ed Olimpia Bargagni su Adelchi.
Tra i 20 concorrenti della categoria B100 di precisione hanno chiuso senza errori Ruggero Benedetti su Waldo van't Veldeken, Elisa Petri su Cassiopea, Arabella Calabresi su Condros, Patrizia Gobbis su Carezza, Petra Masini su U-Two, Martina Baldini su Sostara, Martina Michelini su Kely Breeze, Vanessa Aronica su Jenny ed Elena Daveri su Now Gone For Good, nella B90 di precisione percorso netto per eleonora Perini su For A Day Dream del Poggio Secco, Caterina Mori su Asterio di Montana, Simona Sommariva su Conte Greenfield e Velentina Bartolini su Nespola del Terriccio.
Nella B80 di precisione hanno chiuso indenni da errori Emilie Calarco su Filou, Rachele Bennati su Flying Moon, Amedeo Cancrini su Doranston Danny, Luisa Pelacani su Brio Brioso, Elelna Bruni su Galvano Noir e Michele Ghinassi su Kanca mentre nella B60 di precisione hanno terminato a primo posto Sophia Panci su Beauty, Martina Carciaghi su su Bernardo, Gabriele de Simone su Lavinia della Fontanella, Sabrina Argento ed Irene Cardelli su Solid Black Stone.