Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Progetto per integrazione sociale a Villa Buon Respiro

Foto Annalisa Parisi
Foto Annalisa Parisi

La settimana dall’11 al 15 settembre 2017 il Centro di Riabilitazione Equestre di Villa Buon Respiro apre le sue porte per una nuova serie di appuntamenti rivolti a tutti coloro che desiderino vivere un’esperienza divertente e costruttiva a contatto con la natura e gli animali alla ricerca di nuovi spunti educativi e riabilitativi.
E’ stato strutturato a tal fine un progetto integrato con il *GigaRitmik di Annalisa Parisi, che prevede la possibilità che il “territorio” entri a Villa Buon Respiro, come più volte è accaduto in eventi e manifestazioni promosse e organizzate già in passato secondo la metodologia e filosofia dell’inclusione sociale e dello scambio culturale che caratterizza da sempre le attività del Centro di Riabilitazione.
Le cinque giornate saranno tutte articolate secondo un calendario di attività che contempla momenti sia tecnici di lavoro che di carattere ricreativo e ognuna di esse si concluderà con uno scambio di impressioni all’interno di uno spazio conviviale integrato.
Le persone che decideranno di partecipare ad una giornata della Open Week potranno dunque entrare in contatto e sperimentare le attività del Centro Equestre e incontrare per la prima volta Giga, Fedra, Merlino ed Annalisa Parisi confrontandosi con un’attività equestre ma anche interdisciplinare.
Il programma prevede uno stage di due ore sulla disciplina specifica che si tradurranno in una dimostrazione finale che coinvolgerà tutti i protagonisti di questo speciale GigaRitmik.
L’attività comporta stimolazioni sensoriali multiple, visive, tattili, uditive e il coinvolgimento di capacità cognitive, mnesiche, attentive, di coordinamento motorio – movimento e musica. Saranno interessati anche gli aspetti affettivo-relazionali necessari ad una interazione complessa tra pari, operatori ed animale oltre alla opportunità di mettersi in gioco in una situazione ludica strutturata.


SOGGETTI COINVOLTI
Il progetto è rivolto a tutte le strutture associazionistiche, di cooperazione sociale, servizi ASL, interessate a proporre ai propri utenti una giornata di approccio, relazione e pratica in un contesto aperto, non medicalizzato, a contatto con la natura, attraverso il rapporto con gli animali e in particolare con il cavallo e l’asino.
L'adesione individuale di soggetti normodotati e disabili interessati verrà comunque presa in considerazione ed integrata nei diversi gruppi di lavoro giornalieri.

OBIETTIVI  DEGLI INCONTRI
1.acquisizione di informazioni specifiche sulle possibilità offerte dal contatto con un ambiente aperto, integrato e protetto, dalla relazione con il cavallo e dalla pratica delle discipline sportive equestri - sapere e saper fare;
2.gestione e cura degli animali, elementi di base della pulizia, del sellaggio e della bardatura del cavallo, la nomenclatura degli strumenti essenziali, utilizzo degli spazi del maneggio  – sapere e saper fare;
3.potenziamento delle abilità relative al comportamento sociale attraverso incontri strutturati con una istituzione esterna – saper essere;
4.miglioramento dei livelli di autostima attraverso il prendersi cura - saper essere;
5.sviluppo della creatività attraverso momenti di interazione guidata con gli animali, la progettazione e lo svolgimento degli esercizi proposti in un luogo immerso nella natura, esteticamente gradevole e funzionalmente adeguato – saper fare.