Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Ponyadi, ancora Toscana asso piglia tutto!


Ancora una volta è il cavallo alato della bandiera della Toscana a primeggiare sul medagliere. Si è ormai conclusa l’edizione 2015 delle Ponyadi, a non cambiare però sono i vincitori: grazie alle quattordici medaglie d’oro i piccoli talenti Toscani hanno portato a casa, per la seconda volta consecutiva, la vittoria di questa manifestazione, sicuramente la più spettacolare nel mondo dei pony.
Tantissime le discipline in cui più di mille binomi si sono battuti per cercare di conquistare l’Oro: dal Salto Ostacoli ai Pony Games, dagli Attacchi al Dressage e ancora Caroselli, Endurance, Completo e Presentazione. Una partecipazione assolutamente fuori da ogni aspettativa, ogni regione ha presentato i suoi migliori atleti, accompagnati da circa mille e duecento pony.
È stata l’accensione della fiaccola “ponyolimpica” e il giuramento dei piccoli atleti, il due settembre scorso, a dare il via a quattro giorni di gare, sorrisi e gioco di squadra. Una manifestazione che, oltre alla sana competizione, ha avuto l’importante compito di ricordare e sottolineare, ai futuri campioni italiani, i valori cardini del mondo in sella: rispetto, riconoscenza, correttezza e fiducia.
Anche quest’anno, come per l’edizione 2014, teatro di questa festa dell’equitazione giovanile è stato il Play Horse Farm di Alviano, incastonato nel verde delle colline umbre. Gare senza sosta, premiazioni emozionanti e tantissimi bambini hanno reso movimentati e gremiti i campi della struttura, le tribune e le scuderie. Non è semplice, infatti, riuscire a radunare nello stesso concorso tutte le regioni italiane e, ancor meno, vederle unite insieme, per le gare certamente, ma anche per portare i loro bambini a vivere un’esperienza fuori dall’ordinario, in cui molto spesso la voglia di combattere per la vittoria lascia il posto al desiderio di fare amicizia e divertirsi.
Un medagliere abbastanza monotono questo del 2015: dal primo all’ultimo giorno il podio è rimasto immutato. Toscana, Lombardia e Lazio hanno padroneggiato le competizioni ma alla fine non c’è stata storia. Le polo rosse Toscane hanno occupato per ben quattordici volte il primo gradino del podio non lasciando troppo spazio ad eventuali intrusi! Una vittoria importante per la regione poiché, per considerarsi realmente vinto, il trofeo challenge delle Ponyadi deve essere conquistato per tre edizioni consecutive. La regione del cavallo alato è sicuramente a buon punto certo, avendo già trionfato due volte, e anche se non c’è due senza tre, l’impegno per il prossimo anno deve essere raddoppiato. Di certo Lombardia e Lazio, che si sono visti sfilare dalle mani la grande coppa, non renderanno troppo facile una terza vittoria.