Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Paradressage Somma Lombardo, l'Italia fa tris nel freestyle

la squadra italiana. foto Paolo Biroldi
la squadra italiana. foto Paolo Biroldi

Con le prove di freestyle le strutture del Riding Club di Casorate Sempione hanno archiviato lo CPEDI 3* “XI Meeting Città di Somma Lombardo”  (Varese), unico internazionale di dressage paralimpico ospitato in Italia e unico evento - organizzato dal Gruppo Equestre Brughiera - totalmente gratuito per gli atleti e i loro cavalli.
Un’edizione che ha tenuto fede al suo format anche quest’anno accogliendo, nella serata di sabato, i partecipanti e le loro famiglie in una cena di gala che ha invitato 80 persone. A servire a tavola, la madrina del concorso, Nelly Mancinelli, in team con una squadra di “camerieri atleti”: Marina Sciocchetti, Vittorio Orlandi, kuka Roaldi, Fabio Magni, Norma Paoli Cirocchi, Filippo Moyersoen, Uberto Lupinetti, Fabio Giuliani, e Michele Betti.

Dalla “movida” ai campi gara, i nostri azzurri, oltre ad essere i protagonisti della sfida a squadre, hanno collezionato, complessivamente nei tre giorni di internazionale, un tris di vittorie individuali. Stiamo parlando di Corradini, Salvadè e Morganti, firmatari di ben nove categorie vinte sotto la bandiera italiana.

Risultati alla mano, il grado 5 freestyle, infatti, si è concluso con la vittoria di Alessio Corradini (istruttore Piero Sangiorgi) in sella a Levinia 10 (72,500%). Dietro di lui, Alfonsina Maldonado (per l’Uruguay in sella a World Champion, 68.417%) e Estelle Guillet (per la Svizzera su Magic Des Meuyrttes, 65.542%).

Francesca Salvadè (istruttore Deodato Cianfanelli) ha convinto anche nella prova artistica del grado 3 e con il suo Muggel 4 (72, 722%), ha lasciato alle sue spalle la messicana Erika Baitenmann Haakh (Fite, 65.389%) e la brasiliana Elisa Melaranci (Almondo BH, 65.056%).

Sara Morganti (istruttore Alessandro Benedetti, tecnico Laura Conz) e Royal Delight hanno lasciato il rettangolo con la percentuale di 77,833. Numeri che hanno decretato la loro vittoria anche nel freestyle. Il secondo posto è andato a Thibault Stoclin (Francia, Uniek- 71,644%). Terza piazza per Julia Sciancalepore (Austria, Pomeri 4 - 71.489%).

Il grado 4 ha fatto suonare per la terza volta la Marsigliese in onore del transalpino Jose Letartre (Swing Royal ‘Ene Hn’, 72.292%). Seconda e terza posizione, rispettivamente per i connazionali Camille Jaguelin (Wimke, 64.458%) e Vladimir Vinchon (Richardz du Loing, 58,500).
Anche nel grado 2 nessun cambiamento al vertice: è l’austriaco Pepo Puch in sella a Fontainenoir (Austria, 78.844%) il migliore del freestyle. Dietro di lui, la francese Celine Gerny su Quattro D’Oreal (69,456%) . Terza piazza per la portoghese Sara Oliveira Duarte con Daxx Du Hans (66,733%).