Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Ostacoli. Il nostro Capivari secondo a Cagnes

NIZZA. Ottima prestazione del grigio Capivari nella Gran Corsa Siepi di Cagnes sur Mer. Nello stile che ha caratterizzato la presenza della squadra Aichner-Vana Jr in Costa Azzurra, cioè la scelta di un impiego tattico all’estrema attesa, sui 4300 metri della listed nizzarda, Bartos ha tenuto nelle retrovie il grigio in casacca giallo-nera per muovere deciso all’interno in retta d’arrivo.
Il portacolori italiano ha recuperato molto terreno al drappello e soltanto sull’ultima siepe il francese Tenerife Sea, allievo di Pierre Fertillet, ha preso la meglio su Capivari, confermando il successo nella Grand Course des Haies di Cagnes, già conquistato nel 2020. Sul laureato del clou in siepi della stagione in Costa Azzurra, ha montato una bella corsa, firmando la sua prima vittoria in listed, il jockey Christopher Couillaud, che dopo percorso all’attesa si è progressivamente avvicinato alla testa della corsa nel giro finale, muovendo sulla dirittura di fronte. 
L’eclettico rappresentante italiano si è adeguato al secondo posto, ad un paio di lunghezze dal vincitore con il coraggioso Le Mans, autore di un buon percorso, al terzo gradino del podio mentre la favorita Curly Basc è giunta soltanto quarta compromettendo la sua chance con un errore sull’ultima siepe. Altro buon risultato dei colori italiani nel Grand Prix de la Ville de Nice, il Grande Steeple di Cagnes (Gr3 – E 100.000, m.4600) con il terzo posto di Sternkranz, con Bartos in sella ancora per Aichner e Vana jr. Sternkranz nella riunione si era imposto in un quinté e, come anche il compagno di allenamento Capivari, è riuscito a confermare il dato di forma anche alzando l’asticella. La vittoria è andata a Berjou, un altro specialista del tracciato in ostacoli della Costa Azzurra.