Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Ostacoli. Domenica il Merano, Le Costaud cerca la rivinciita

MERANO. Domenica l'ippodromo di Maia manda in scena la sua corsa piu' bella, il Gran Premio Merano Alto Adige; l'importante e ricco Steeple-Chase, che si disputa dal 1935, propone per questa ottantatunesima edizione un campo gara di eccellenti specialisti. Il tema e` la sfida che i cugini francesi e i rappresentanti della Repubblica Ceca portano ai portacolori italiani. Nella dozzina di partecipanti alla grande corsa di Maia che alle 17.15 di domenica sfileranno davanti alle tribune, prima del canter che porta alla partenza, sono soprattutto tre soggetti ad attirare gli sguardi degli addetti ai lavori: l'inviato di Guillaume Macaire Le Costaud, il detentore del titolo L'Estran e il laureato dell'edizione 2017 Al Bustan.
Le Costaud torna a Maia dopo aver sbagliato percorso lo scorso anno e Macaire ha programmato la rivincita facendo rientrare per tempo ad Auteil il suo valente ostacolista, la cui sella affida ad una prima lama del jumping set come James Revely. Un avvicinamento mirato all'appuntamento di Merano che fa guadagnare la preferenza nel borsino dei favoriti di cui, peraltro, fa parte a pieno titolo il winner 2019 L'Estran, piaciuto alla ricomparsa sul prato di Maia. Il portacolori della scuderia Aichner in giallo-nero, sara` affiancato da quattro pedine: il veterano Notti Magiche, Alessio Pollioni in sella, il dotato Martinstar, l'estroso Zanini e il talentuoso Il Superstite (una sella nel gran premio per l'allievo fantino Gabriele Agus).
Al Bustan e` la terza forza della corsa, gia` vincitore nel 2017 e alfiere del team della Repubblica Ceca ben rappresentato da un cavallo in interessante tecnica come Northerly Wind, che potrebbe, per la capacita` di proporsi subito in avanti rivestire un importante ruolo tattico. Dalla Francia arriva in Alto Adige un altro trainer di fama come David Cottin. La sua scelta e` Soldier 's Queen che arriva dagli handicap in ostacoli transalpini.
Raffaele Romano gioca la carta del recuperato Quick Davier vincitore del Vanoni 2017 prima di uno stop che ne ha limitato la carriera. Lo Zar Paolo Favero coltiva ambizioni di piazzamento con Capitoul, un soggetto con il profilo per figurare in un contesto cosi` importante. Completa lo schieramento Volcancito, in campo per i colori di Orfeo Bottura.