Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

NRHA Open Shoot In, vincono Sicuro e Dossetto

Nel pomeriggio di sabato 16 febbraio, davanti a tribune gremite da un pubblico entusiasta di appassionati, ha avuto luogo la attesissima gara NRHA Open, nella quale si sono confrontati ben 33 binomi, in gara per tre diverse classifiche: Limited Open, Intermediate Open e Open.

Il livello è stato altissimo fin dalle prime battute. Sono scesi in campo alcuni tra i binomi più titolati del panorama internazionale del reining, che hanno animato il campo con  performance entusiasmanti coinvolgendo il pubblico.

 


La gara è stata combattutissima fino all’ultimo, in quanto la divisione Open si è decisa proprio tra gli ultimi tre concorrenti a entrare in campo. A farla da padrone è stato proprio l’ultimo binomio che, a sorpresa, ha fatto man bassa di titoli, vincendo sia la divisione Intermediate Open sia la Open, con un sensazionale score di 228.5.

 


Si tratta della coppia formata da Nico Sicuro, giovane trainer di 22 anni, e del suo compagno di gara, il veterano delle competizioni Iam Sailors Brother, di proprietà di Fabio Merola. Questo potente stallone red dun di 13 anni è il fratello pieno del ‘Capitano’ Frozen Sailor, il grandissimo riproduttore portavoce della scuderia di Angelucci Quarter Horses, ed è figlio di Sir Jac Frost, con madre Sail On Sweetness.

"Faccio reining da circa sette anni e da quattro è diventata la mia professione", racconta ancora incredulo per la vittoria Nico Sicuro. "Non mi aspettavo assolutamente questo successo! Il cavallo è stato incredibile. Nonostante abbia 13 anni e tante gare alle spalle, ogni volta che entra in arena dà sempre il massimo e continua a migliorare. Lo monto da circa tre anni e mi ha regalato tante soddisfazioni. Stasera è stato sensazionale!".

"Non ho pensato a battere gli altri - spiega Sicuro - e mi sono concentrato sulla nostra prova, cercando di fare la miglior gara possibile con questo cavallo straordinario. Oggi è stato con me dal primo all’ultimo istante e il merito di questa vittoria va soprattutto a lui".

Nico Sicuro ha poi ringraziato i proprietari del cavallo per la fiducia accordatagli e tutto il suo team per il supporto tecnico e morale in questa avventura.

Reserve Champion della divisione Open è uno strepitoso Gennaro Lendi, autore di una gara mozzafiato in sella ad ARC A StepAbove, stallone chestnut di 6 anni, nato negli States, da Arcese Quarter Horses, e figlio di Walla Walla Whiz, con mamma la straordinaria campionessa Wimpys Little Chic. Questo cavallo appartiene ad Anna Parodi. Il binomio ha marcato uno spettacolare 227.5, in una prova segnata soprattutto da stop chilometrici, profondi e perfetti.

Terzo posto nella Open per la splendida Ann Fonck, sempre impeccabile nel suo stile armonioso ed elegante. Era stata la prima a marcare alto in sella alla sua prima monta, la femmina Spook N Perla, del Golden Paint Ranch, autrice di un 226.5 nel secondo gruppo di concorrenti. La plurititolata amazzone belga ha però superato se stessa in sella al fedele castrone buckskin Made In Walla (anch’egli figlio di Walla Walla Whiz con mamma Hollywood Made), appartenente a Sabine Lisec: il binomio ha marcato 227.

Nella divisione Intermediate Open, invece, il titolo di Reserve Champion è andato a Stefano Angelucci, trainer alla guida tecnica dell’omonimo allevamento, che ha presentato Lc Angie Gunshine, splendida femmina palomina paint, di proprietà di Lucia Collura. La cavalla, autrice di un ottimo 219, è figlia di One Gun con mamma Shining Angel.

Nella divisione Limited Open, il titolo di Champion è andato invece a Luca Dossetto, terzo a entrare in gara e autore di una prova solida e convincente, premiata dai giudici con un bel 219.5. Luca, che ha militato negli Stati Uniti per diversi anni, prima sotto Ron Thompson, specialista dei due anni, e poi sotto la guida di Tom McCutcheon, Cody Sapergia e Francois Gauthier, ha presentato Surprise Me Chic, di Natalia Gambino, uno stallone di sei anni, figlio di Arc Antares Surprisecon madre Babe N Chic, allevato in Italia. Luca, che pratica rening da nove anni, è tornato in Italia da qualche tempo ed è attualmente in forze presso l’allevamento di Andrea Castrucci, Kn.

"Avevo partecipato con questo cavallo al Futurity Europeo due anni fa - spiega Dossetto - e si era comportato bene, guadagnando la finale. Dopo tale evento, lo avevamo temporaneamente tolto dalle gare, e ha fatto solo qualche regionale. Quest’inverno abbiamo deciso di rimetterlo in lavoro per la stagione agonistica 2019, in vista soprattutto del Derby, e questa è stata la sua prima uscita stagionale. Volevamo vedere come si comportava per organizzare un programma di lavoro ed è andata molto bene. È un bravissimo cavallo, grande stoppatore. Oggi non l’ho voluto spingere né forzare, e siamo molto contenti!".

Il titolo di Reserve Champion in questa categoria è andato al giovanissimo cavaliere belga, Nimroid Vannietvelt, che montava l’affascinante Gunnerlicious, stallone di 9 anni, di cui ricordiamo le gesta sotto la guida di Ann Fonck. Il bel sauro è figlio del 11 Million Dollar Sire ‘Gunner’ (Colonels Smoking Gun) con mamma Mifs Doll, ed è stato Open Champion Level 4 al Futurity belga e francese proprio con la sua addestratrice Fonck. Il giovane belga e il suo sensazionale cavallo hanno marcato un ottimo 217.5.