Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Non solo le Oaks: domenica memorabile a San Siro

Una domenica imperdibile per tutti gli appassionati di ippica e, in special modo, di galoppo. Il clou della stagione primavera-estate all’Ippodromo Snai San Siro di Milano è programmata su nove prove davvero avvincenti. Apertura alle ore  14:55 (cancelli aperti dalle ore 12 – ingresso gratuito) con la prima delle due corse riservate ai purosangue arabi, Premio dei Tre Anni PSA, una condizionata per i 3 anni sui 1.800 metri di pista media. Gira e rigira può essere arrivata finalmente la volta buona per DAGUI LOTOIS, reduce da tre secondi posti di fila ma verosimilmente in progresso l’uno rispetto all’altro, e già davanti ai due rivali più insidiosi che avrà di nuovo di fronte. I due in questione sono Aghata e Amour, con quest’ultimo particolarmente atteso nel caso che ritrovasse i suoi motivi primaverili.

Alla seconda corsa tocca alle amazzoni, per la tappa italiana del Campionato Mondiale Fegentri, intitolata come da tradizione alla ND Lorenza Strada Moro Visconti, sui 1.800 metri di pista grande. Un gruppo di cavalli di spessore migliore rispetto alle edizioni passate, e con un pizzico di sano tifo, andiamo con ALSHALAAL, che avrà in sella Danila Cherio, la rappresentante italiana del circuito, con un elemento preparato a puntino per questo appuntamento. Cool Climate, con il sella l’amazzone austriaca Slamanig, sarà molto pericoloso, e lo stesso si può dire di Capo San Martino, Meyandi, Ficus Jode, Solitary Love, tutti in grande forma. Possibilità anche per Carriage Trade, con l’amazzone norvegese, e per Dorian Grey.

Tornano in azione i purosangue arabi con il Milano President Of UAE Cup, da quest’anno promosso a gruppo 3, riservato ai 4 anni ed oltre sul doppio chilometro di pista grande. Impossibile andare contro AKOYA, secondo in questa corsa lo scorso anno e poi a segno in autunno nel Jockey Club PSA, anche se troverà in questo caso pane per i suoi denti. Aoun infatti ha tutte le carte in regola per puntare al bottino pieno e la medesima valutazione si può applicare a Mashhuralkhalediah.

Si comincia ad entrare nel vivo con il Paolo Mezzanotte, listed sul doppio chilometro di pista grande per le femmine anziane di 4 anni ed oltre. Pesa molto la candidatura dell’inglese SHAILENE, pluripiazzata a questo livello a casa sua e semplicemente la migliore in campo. La francese Light My Fire andrà rispettata, mentre il trial di preparazione per questa corsa ha lanciato una Lapulced’Acqua pienamente ritrovata, anche se quel giorno Great Aventura è andata ben al di sotto del suo standard, e nessuno si stupirebbe di rivederla ora di nuovo tonica. Molto pericolosa sarà anche La Base, che torna sulla sua distanza preferita, e le sue brave chance le possiede anche Close Your Eyes.

E’ la quinta corsa, a metà pomeriggio, che si entra ancora più nel vivo nella domenica milanese con le Oaks d’Italia, alloro classico di gruppo 1 per le femmine di 3 anni sui 2.200mt di pista grande. Edizione di spessore molto valido, decisamente la migliore degli ultimi anni, con le nostre che saranno testate duramente da un paio di ospiti molto forti, l’inglese King Power, ancora maiden ma con linee pesantissime ulteriormente rafforzate dal Royal Ascot, e soprattutto la francese MALEVRA, a sua volta portatrice di riferimenti importanti e annunciata in ulteriore miglioramento. Dalla Germania arriva anche Apadanah, con carta meno eclatante ma a sua volta da attendersi in progresso, come tante sue connazionali negli anni passati, mentre il contingente nostrano sarà capeggiato da Call Me Love, terza contro i maschi nel Derby, con a ruota Elisa Again, impeccabile nella stagione e lanciata dal successo dell’Incisa.

In sesta ecco i puledri di 2 anni per il Primi Passi, gruppo 3 loro riservato sui 1.200mt che darà la prima grande gerarchia generazionale. Vigilia piena zeppa di fascino, con tanti bei prospetti, e con GERARDINO JET leggermente preferito sull’impressione lasciata nel Bimbi, siglato con lo stile del cavallo buono. C’è anche il vincitore dell’Avvenire, l’altro trial tradizionale, ovvero Lovely Smile, con la compagna di training Adelinda che invece ha colpito nel Perrone. Aisa Dream dal canto suo è due volte seconda in listed e nessuno si dimentica di I Love This Game, a dir poco ultra concreto. Attenzione poi a Sicomoro, venuto avanti in maniera sensibile alla seconda uscita con un successo in maiden da circoletto rosso.

Ma è in settimana che troviamo il Gran Premio di Milano, gruppo 2 sul miglio e mezzo di pista grande per i 3 anni ed oltre. Purtroppo almeno un paio di elementi attesi sono rimasti a box, e questo renderà meno probante, anche se ugualmente selettivo, il test intergenerazionale per il giovane KEEP ON FLY, laureato a sorpresa nel Derby che giustamente sfida gli anziani; quando ha messo il paraocchi è letteralmente esploso, e la sensazione netta è che la distanza più dura sia ulteriormente gradita. Chi non ci crede può scegliere uno tra gli ospiti, l’inglese Crowned Eagle e l’ungherese Esti Feny, con quest’ultimo accompagnato da riferimenti di un certo valore, con il vincitore del D’Alessio Assiro che arriva al top della sua carriera e con il solido Presley che non si tirerà indietro. Being Alive è invece una mina vagante da osservare dopo il flop dell’Italia.

Penultima di giornata con la Finale del circuito sponsorizzato dalla NBF Lanes linea Horse, prova per i velocisti sui 1.200 metri. In quattro hanno dato forfeit all’ultimo istante, ma la corsa resta apertissima, con una scelta altrettanto complicata, e allora pare un buon affare andare con la scuderia formata da FIREION e Soubretta, entrambi con chance singole importanti, arrivati qui nella forma giusta e con il primo citato preferito nel suo tentativo di bissare il successo dello scorso anno. I cattivi spunteranno da tutte le parti, e qui ci limitiamo ad indicare gli ospiti Timelast, Sou Incantada e Wake Gold, con Stealth Mode e Motivetto subito a ruota.

La bellissima domenica all’Ippodromo Snai San Siro si chiude con il Premio XCI Royal Mares, listed riservata alle femmine di 3 anni ed oltre sul miglio di pista grande. Tasso di competitività decisamente elevato, con la francese STYLE PRESA che dev’essere quasi obbligatoriamente in pole position sulla scorta di un curriculum davvero molto, ma molto temibile. La giovane laureata di Regina Elena, Fullness Of Life, ha accettato l’ingaggio e giustamente si testerà contro le anziane potendo pensare in grande, ma occhio a quelle che ha battuto, Intense Battle e Verde E Rosa, che hanno i mezzi per cercare la rivincita. Secret Sharp ha vinto Il Tadolina con merito e a questo punto deve avere il suo ruolo, senza dimenticare Musa D’Oriente, che si ripresenta al via dopo un salutare periodo di riposo.

 

ufficio stampa Snai