Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Montecatini, anche il sindaco scende in campo!

Nella foto Giuseppe Bellandi, Jessica Pompa, Edoardo Fanucci e Petra Magoni.
Nella foto Giuseppe Bellandi, Jessica Pompa, Edoardo Fanucci e Petra Magoni.

Sabato 12 maggio lo storico ippodromo Sesana ospita tre sfide in una. Tutte senza frusta e tutte ricche di fascino, fuori dalla routine che spesso soffoca il trotto italiano.

L'occasione è quella del via al Campionato delle Stelle, con la prima tappa dell'edizione 2018 -la decima- in programma come tradizione a Montecatini. Alla gara di Campionato, ippodromo e circuito delle Stelle hanno voluto e saputo affiancare anche un'altra corsa di beneficenza (il Premio Unicef) e una per le amazzoni.

Nove cavalli partenti in ciascuna delle tre corse, tutte piuttosto aperte nei preventivi (quindi ok per la raccolta di gioco) e, al di là della graditissima novità di guidare senza frustina, dal gusto delle cose che sanno di sport, spettacolo, divertimento, promozione e passione.

La prova di campionato, che mixa con brillantezza vip e ordinary people, è nobilitata dalla presenza dell'onorevole Edoardo Fanucci (tra l'altro fresco reduce del trionfo di Agnano alla vigilia del Lotteria), nella scorsa legislatura vicepresidente della Commissione Bilancio alla Camera e tra i promotori della Legge Primavera, grande occasione di rilancio e miglioramento per l'ippica e per chi la “vive”, cavalli, uomini e donne.

Contro di lui ecco due montecatinesi -l'amazzone Caterina Dami e l'ex ciclista Roberto “Bistecca” Puccini- la veneziana, specialista degli “attacchi” Niki Danieli, le giovanissime Denise Trinca e Francy “Principe” Consoli e tre guide della cosiddetta società civile quali Gianluca “Porsche” Cortellazzi, Davide “Legnago” Zanetti e Alex “Unicar” Catalano, secondo di Fanucci a Napoli.

Tanti i motivi nella sfida al femminile (a proposito, complimenti alla neo campionessa italiana Michela Rossi), a cominciare dal rientro all'agonismo di Daniela “La Pilotessa” Nobili, al confronto tra le toscane Monica Gradi, Jessica Rosaspina e Rebecca Dami da una parte e la finlandese Marjo Natynki, la modenese Lucia Pasqualini, la triestina (emigrata al sud) Giulia Deschi, la veneta Maria Giovanna Bortolanza e la marchigiana Jessy “Fragola” Pompa, forse la più popolare grazie alla favola vera che l'ha vista protagonista qualche anno fa, una storia sulla quale è stata scritta una canzone e pare si stia lavorando anche a un film e -si dice ma la notizia non ha trovato per ora conferma- anche a una puntata speciale di “Un Posto al Sole”.

Dulcis in fundo, nel Premio Unicef, scende in campo -cioè in pista- addirittura il Sindaco di Montecatini, Beppe Bellandi, sempre in prima fila nella difesa e il rilancio dell'ippica: “Sì, sabato sono in prima fila -scherza- ma al largo di tutti. Battute a parte, i cavalli, le corse e il Sesana sono per me punti irrinunciabili e passioni per cui ho grande piacere a spendermi, senza contare che è mio dovere di sindaco far vivere l'ippodromo che è luogo di storia, tradizione e sport ma anche di aggregazione sociale, lavoro ed indotto”.

E la corsa? “Scherzi a parte ho pescato un buon cavallo, di mezzi e per disponibilità ma parte piuttosto piano. Cercheremo di recuperare strada facendo ma mi sembra ci siano altri messi meglio, a cominciare da Elvinia Minnoni con Ustinov de Mille, la vulcanica Elisa Alloro con Noodles Bieffe e Pietro Accame con il declassato Ur del Ronco, senza escludere colpi a sorpresa della fantastica Petra che guida il numero uno e del solito Albertone Foà, che con i cavalli è capace veramente di tutto. Diciamo che dove arrivo arrivo -conclude- ma sarà comunque una gran bella festa di sport, passione e amicizia. E un'occasione per aiutare l'Unicef, divertirci e provare a far divertire il pubblico e speriamo anche i cavalli. Che se lo meritano più di tutti”.