Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Memorial Dalla Chiesa, Carlino si aggiudica il Piccolo GP.

Domenico Carlino e Annaley Courage, vincitori del Piccolo gran premio foto Marco Proli
Domenico Carlino e Annaley Courage, vincitori del Piccolo gran premio foto Marco Proli

Ancora poche ore e si saprà chi riempirà la casella 2018 dell’albo d’oro del Master d’Italia aggiudicandosi il Gran Premio . L’appuntamento è di quelli da non perdere e chi non sarà sulle tribune del Gese a godersi lo spettacolo dal vivo potrà comunque seguire la diretta della gara collegandosi  intorno alle 15 sul sito geseclub.com.
 
I pronostici sono quanto mai aperti perché la qualità dei cavalieri in gara è altissima, dunque non resta che aspettare. Di sicuro c’è che anche oggi presso gli impianti del Gese di San Lazzaro di Savena si è vissuta una giornata di grande sport, che ha evidenziato l’ottimo stato di forma dei concorrenti più giovani.

Infatti, sommando gli anni dei cavalieri saliti sul podio del Piccolo GP (C135 mista, premio Simotop Group) si arriva appena a 56. Sul gradino più alto è salito Domenico Carlino, sedici anni da quattro giorni, primo classificato in sella a Annaley Courage (0/0;33,08), alle sue spalle il ventiquattrenne Elia Simonetti, secondo con For Jack (0/0;33,10), e il campione olimpico Giacomo Casadei, classe 2002 e classe da vendere, che ha chiuso la gara in terza posizione montando Flickfox (0/0;34,33).

In 130, (speciale a punti a tempo, premio Comet), a salire sul gradino più alto del podio è stata l’amazzone veneta Simona Donolato con Chardonnay (0/890, 82,80), seconda piazza a Luca Calabro e Cessman (0/850, 81,48) e terzo posto per Filippo Bologni su Prada del Castegno (0/850, 85,89),

Nel pomeriggio si è poi svolta la seconda prova dello Small Tour, gara 125 a tempo intitolata al già presidente regionale Ante Marino Baldazzi, scomparso nel 1997. La categoria ha visto la vittoria di Rachele Mezzetti e Vidisse d’Hoogpoort (0; 53,56), davanti a Gianluca Ferrante, secondo con Nabir (0; 53,83), e Alice Eulisse, terza su Love 2 Fly (0: 544,72).

La finale dello Small Tour si disputerà oggi alle 11 con il premio Grafiche Zanini, 125 a due manches, preceduta dal premio Gese, gara di consolazione per quanti non hanno avuto accesso alla finale del circuito, e dal premio Cavallo Magazine, C 130 che prenderà il via alle 8.

 Ma, come si diceva, il momento clou di tutta la manifestazione arriverà alle 15 con il Gran Premio QN- il Resto del Carlino, categoria a due manches con ostacoli di 145 centimetri e montepremi di 22mila euro. Per assistere alla gara e premiarne i vincitori, in tribuna d’onore saranno presenti rappresentanti delle istituzioni civili e militari.

L’ingresso al centro è libero. Per orari e classifiche in tempo reale si può visitare i siti: equiresults.com e rideup.it, mentre lo streaming delle gare è disponibile su geseclub.com

 RICORDANDO IL SIGNOR PEGUS

Omer Maurizzi, titolare della storica azienda di famiglia Isola Verde-Pegus di San Lazzaro,  ieri sera ha organizzato la tradizionale cena in ricordo del papà Ettore, scomparso nel 2011 e grande amico del mondo dei cavalli. La simpatia e la cordialità di Ettore mancano molto a tutto l’ambiente equestre, così a partire dal 2012 la famiglia Maurizzi e il Gese hanno deciso di dedicargli una prova del Memorial e una serata in suo ricordo. Dopo cena si è svolto un esilarante gara di karaoke che ha visto amazzoni e cavalieri esibirsi tra gli applausi e gli sfottò di amici e colleghi. Chi ha avuto la fortuna di conoscere Ettore sa quanto amasse andare ai concorsi e riunire tutti sulla roulotte della Pegus per mangiare e stare in compagnia, dunque una serata dedicata a lui così allegra e goliardica sicuramente gli sarebbe piaciuta molto.