Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Martedì in Abruzzo finale delle "Stelle"

Il circuito ippico-benefico delle Stelle, creato alla fine degli anni "80 da Alberto Foà con la "complicità" attiva di Franco Ligas e poi riproposto, dopo un'interruzione di qualche anno per volontà dello stesso Foà, dal 2009 è diventato, proprio da quell'anno, anche un Campionato con tanto di qualificazioni e finale.

Il primo titolo, conquistato dal fantino del galoppo Dario Vargiu, fu assegnato a Follonica ma dall'annata successiva alla scorsa edizione (vinta dal manager Maurizio Piergallini) la finalissima si è sempre svolta a Montegiorgio con un albo d'oro firmato da Riccardo Magrini, Irina Pockar, Fabio Marchino, Jessica Pompa, Alberto Foà (che di solito non partecipa al clou ma nel 2014 fu costretto dalla rinuncia improvvisa di chi lo avrebbe dovuto sostituire), Davide Morello, Giada Settimi, Petra Magoni, Geri Ramadori e Denise Trinca, con una forte presenza femminili tra i vincitori, in percentuale addirittura clamorosa.

Quest'anno si cambia, Montegiorgio ha ospitato l'ultima eliminatoria e la finale è stata programmata per martedì 7 settembre all'Ippodromo d'Abruzzo di San Giovanni Teatino, impianto che, grazie al gran lavoro dello staff capitanato dall'ingegner Pieraccini, dalla vulcanica Alessandra Liberati e dal competente, appassionato e "multitasking" Mauro Galandrini, negli ultimi anni sta guadagnando punti e ribalta, con una fantastica edizione del Palio delle Scuole, altri riusciti eventi di trotto senza frusta e quest'anno, prima della finale "stellare" addirittura un gran premio, con l'intestazione e la partecipazione della Regione Abruzzo.

Come sempre saranno 10 i finalisti, 6 (Trinca, Gigli, Bonfiglioli, Luraschi, Ramadori e Marini) selezionati dalla classifica della prima fase, il campione in carica (Maurizio Piergallini, appunto) e tre wild card, che questa volta saranno la pugliese Nadia Marseglia, l'attore Patrizio Rispo e il campionissimo di ciclismo Claudio "El Diablo" Chiappucci. Tre le riserve: il fotografo dell'ippica Domenico Zizzi e due giovani amazzoni come Deborah Vitangeli ed Elvinia Minnoni. 

Motivazione importante la sfida è "accostata", con un Trofeo, a Marzio Marini, ippico appassionato e persona di cuore, tragicamente ucciso a coltellate lo scorso luglio.

Tutti i partecipanti si "tasseranno" di 50 euro che l'ippodromo devolverà in beneficenza.

I favoriti? Molto dipenderà dal sorteggio dei cavalli in programma venerdì 3, ma in ogni caso, nelle gare ippiche e ancor più in questo genere di corse amatoriali nulla può essere dato per scontato. 

Una bella occasione di sport, spettacolo, passione, con accesa rivalità in pista ma amicizia (con tanto di simpatici sfottò) prima e dopo la sfida, perché tutti si corre per vincere ma conta soprattutto il divertirsi insieme a questi meravigliosi animali, guidati, da tutti, senza frusta.