Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Mahdia per il terzo anno lancia l'evento internazionale Blue Connection

Per il terzo anno consecutivo, l’associazione tunisina Centre Hippique Mahdia, impegnata da sempre nelle attvità sociali, culturali e ambientali, lancia il suo invito per l’evento internazionale BLUE CONNECTION© ai centri ippici italiani e a tutte le persone che vorranno testimoniare il loro sostegno per la sensibilizzazione all’autismo durante il WORLD AUTISM AWARENESS MOUNTH.
 
Una catena di solidarietà per tutti quei numerosi Cuori Blu che, al di là del Mediterraneo, organizzeranno, in contemporanea, delle manifestazioni diverse per programma ma comuni per contenuti e obiettivo: la diffusione degli IAA, gli Interventi Assistiti con gli Animali, l’integrazione scolastica e sociale dei bambini con sindrome da distrurbi dello spettro autistico, o DSA, e la consapevolezza che la neurodiversità è un complemento che arricchisce la crescita della comunità.
L’autismo è innnanzitutto una condizione e non una malattia che non ha una sola declinazione ma tante sfumature. Il problema, in Italia, è che fino a 14 anni il servizio sanitario pubblico garantisce le cure ma, raggiuntà la maggiore età,  le persone con autismo « non esistono più », con tutte le incognite che vanno a gravare sulle famiglie, le quali  hanno già vissuto un lungo percorso costellato di preoccupazioni, domande e dubbi.
Quest'anno la locandina di BLUE CONNECTION© associa al blu, colore dell'autismo, quello scelto dal Pantone Color Institute, presieduto da Leatrice Eiseman, che ha adottato Living Coral come tonalità per il 2019. Una tinta che simboleggia il nostro innato bisogno di ottimismo e rappresenta il desiderio di gioiosità. Un colore che comunica umanità, in risposta alla disumanizzazione di questa era digitale.
L’opera artistica, invece, è della pittrice torinese Titti Garelli e si intitola «Corallina and the Prince Sphinx» in quanto carico di significati a cominciare dal colore dell’abito blu, dalla presenza del gatto, animale ammesso negli IAA, la cui razza glabra ci riporta al dover «mettere a nudo le problematiche legate all’universo autismo», al corallo che arricchisce la vita marina come questo evento deve arricchire, partecipandovi, ciascuno di noi e mantenere viva, con le sue diverse problematiche, la consapevolezza sull’autismo, taggato dall'hashtag #AutismBlueConnection.
 
Una testimonianza attiva, a cominciare dal logo di BLUE CONNECTION©, rappresentato da un cuore blu scuro intrecciato a quello dell'infinito, in azzurro. Un abbraccio simbolico che testimonia l’eventualità senza limiti della solidarietà dimostrata con « amore » e la neurodiversità come espressione positiva dell'intelligenza in tutte le sue forme, diversificate e continue. Una linea senza interruzioni o mancanze, ma solo l'unità della forma perché questa è l’essenza dell'evento: un inno alla gioia che tinge le rive del Mediterraneo di blu.