Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Ma perché i poveri cavalli perdono sempre?

PATRIZIA MOSCONI, che i lettori di Cavallo2000 conoscono per essere una delle nostre collaboratrici più attente al benessere dei cavalli, ci ha inviato questo capitolo tratto dal libro “Miti e leggende degli Indiani d’America” . Raccontato da Cervo Zoppo a Winner, Riserva indiana di Rosebud, Sud Dakota, 1969. Registrato da Richard Erdoes. Alla fine del racconto troverete una sua piccola chosa affinché…chi ha orecchie per intendere intenda!

I CANI HANNO UN’ELEZIONE (Sioux Brule)

Noi non ci interessiamo molto alle elezioni dell’uomo bianco. Chiunque vinca, noi Indiani perdiamo sempre. Ebbene, noi abbiamo una storiella sulle elezioni. Una volta, molto tempo fa, i cani stavano cercando di eleggere un presidente.
Così, durante il grande convegno canino, uno di loro si alzò e disse: “Io propongo di eleggere il bulldog come candidato a presidente. E’ forte. Sa combattere”. “Ma non sa correre” interloquì un altro cane. “A che serve un combattente che non sa correre? Non acchiapperebbe nessuno”.
Allora un altro cane si alzò e disse: “Io propongo il levriero perché è certamente in grado di correre”.
Ma gli altri cani gridarono: “Certo, sa correre benissimo, ma non sa combattere. Quando riesce a raggiungere qualcuno, che accade poi? Gliene fanno passare di cotte e di crude, questo è ciò che accadrà! Così tutto quello che è in grado di fare è scappare”.
Allora un brutto bastardino saltò su e disse: “Io propongo a candidato presidente quel cane che ha un buon odore sotto la coda”. Immediatamente un bastardo altrettanto brutto saltò su e gridò: “Appoggio la mozione”.
Subito tutti i cani cominciarono a fiutarsi l’un l’altro sotto la coda. Un grande coro si levò:
“Costui non ha un buon odore sotto la coda”.
“ No, nemmeno questo ce l’ha”.
“ Lui non ha la tempra del presidente!”
“ No, nemmeno questo è buono”.
“Questo non è certo quello che la gente sceglierebbe”.
“ Wow, questo non è il mio candidato”.
Quando uscite a fare una passeggiata, guardate appunto i cani. Si stanno fiutando ancora l’un l’altro sotto la coda. Stanno cercando un buon capo, e non l’anno ancora trovato.

Ed ora io aggiungo: chiunque abbia vinto alla FISE i cavalli perderanno ancora???