Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

L'Anacaad a Renzi e Mattarella, serve una cabina di regia

Lettera aperta dell’Anacaad al Presidente del Consiglio Matteo Renzi e al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:
“Ci accingiamo a chiudere un altro  anno difficile per un’ippica sempre più in sofferenza, ma fortunatamente ancora vitale seppure in stato preagonico. Speriamo davvero che con la cosiddetta legge di stabilità, il Governo italiano non si accinga a dare il colpo di grazia al settore ippico ed equestre del nostro paese.
Chiediamo Al Signor Presidente Mattarella che, per fare degli esempi, ci piacerebbe vedere premiare i vincitori del “premio Presidente della Repubblica” del 2016 nell’ippodromo di Capannelle di Roma e nell’anno 2020 intervenire ad Ozieri in Sardegna aduna giornata di corse nello storico ippodromo di Chilivani inaugurato il 27 maggio del 1921 alla presenza dell’allora re d’Italia Vittorio Emanuele III, di patrocinare il settore ippico ed equestre.
Chiediamo al Signor Presidente Renzi un serio e trasparente impegno per dare all’universo ippico-equestre, parte  importante della straordinaria storia e cultura della nostra Italia, un futuro degno del proprio passato, fatto di persone e cavalli eccezionali, conosciuti in tutto il mondo.
In questi tempi la parola più utilizzata nel mondo ippico e “default” che in campo economico ha un brutto significato e se il governo continuerà con i tagli di settore il circolo vizioso in cui ci troviamo, sarà senza via di uscita.
I problemi del nostro mondo del cavallo non sono però solamente legati al “finanziamento statale” e al riguardo vi invitiamo a leggere, su cavallo2000 a firma della dottoressa Galli, l’articolo del 2 dicembre 2015 “video Fise…i numeri che non tornano” la quale fornisce importanti elementi per capire lo stato di caos secondo noi dovuto ieri alle carenze ed oggi alla mancanza di un’adeguata “Governance di Comparto” Non vogliamo criticare nessuno ma i problemi per essere risolti devono essere analizzati con competenza e lungimiranza, non con atteggiamenti burocratici fine a se stessi, senza prospettive, come se dopo di noi non ci sia un domani e magari pensando che chi ha cavalli è un ricco che non paga le tasse. Cogliamo l’occasione per informare che l’Anacaad ha deciso di conferire il titolo di soci onorai alla signora Maria Lucia Galli e al Signor Rodolfo Galdi per l’encomiabile e costante azione di tutela e valorizzazione del cavallo, antico compagno di vita dell’umanità, attraverso l’agenzia di informazione indipendente Cavallo2000, sempre con squisito spirito democratico. Questa comunicazione anche per far presente che non mancano le Persone valide ed il confronto serio è fondamentale per creare condizioni favorevoli allo sviluppo.
Noi pertanto ed altro ancora, proponiamo alle SS.VV. Illustrissime di farsi parte attiva e propositiva nell’istituzione e funzionamento di una “Cabina di regia” nella quale si possono fare, in tempi brevissimi valutazioni complessive ed equanimi di concerto anche con gli organi parlamentari interessati, evidentemente indispensabile per riorganizzare al meglio il sistema dell’ippicoltura italiana, consentendo la sua salvaguardia  e valorizzazione. In questo modo si potrà costruire un avvenire di lavoro, nel pieno rispetto della legalità e , quindi, di tutte le parti in causa. Nell’attesa di determinazioni, Buon Natale e distinti saluti.