Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

IRHA Maturity day 5 - Proclamati i vincitori del Maturity Non Pro

Nella serata di sabato 2 luglio al Play Horse Farm di Alviano sono stati proclamati i vincitori dell'edizione 2016 del IRHA Maturity. 23 agguerriti finalisti si sono contesi il titolo nelle quattro divisioni dei cavalieri non professionisti. Una volta calato il sipario sulla splendida arena umbra, il binomio composto da Andrea Pedrotti e Saturdaynight Oak si è aggiudicato il titolo di Maturity Level 4 e Level 3 Non Pro Champion con un punteggio di 214. "Mai avrei immaginato di vincere il Maturity Non Pro con un cavallo di 4 anni!" Racconta Andrea Pedrotti dopo la sua performance vincente. "Era tutta la settimana che sentivo bene il cavallo, e ogni volta che finivo di montarlo ero soddisfatto. In arena stasera è stato fantastico, ha aspettato e rispettato tutti i miei comandi, ma non avevo delle aspettative così alte!"
Con uno score di 210.5 punti, in seconda posizione nel Livello 4 troviamo Andrea Castrucci in sella a Skeets Plays Drum.
Nel Livello 3 sul secondo gradino del podio con 212 punti sono saliti Francesca Bosoni e il suo Automatic Gun. Francesca e il suo splendido sauro figlio di One Gun ottengono anche il titolo di Champions nella divisione Livello 2. "È' stata una vittoria inaspettata," dice Francesca, "ero già felicissima di essere entrata in finale ed ancora non credo a quello che siamo riusciti a fare insieme stasera. Sentivo dentro di me che potevamo fare bene perchè avevamo lavorato tanto, ma così è stato veramente un sogno!"
Francesco Freschi e Royal Ice Force sono i vincitori del Livello 1 e Reserve Champions Livello 2 con un punteggio di 211.5, sul secondo gradino del podio del Livello 1 invece sale Verena Rigott accompagnata dal suo Lonesome Saturday con un totale di 209.5 punti. Francesco Freschi, ancora emozionato dopo la premiazione ci racconta: "Questo risultato è del tutto inaspettato, monto Royal Ice Force solamente dal mese di gennaio. Desidero ringraziare moltissimo Dido Masi, che è il mio trainer, per l'ottimo lavoro che ha fatto con il mio cavallo. Stasera in arena è stato impeccabile, ha seguito in modo perfetto tutti i miei comandi."