Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Ippica e CONI, emendamento bocciato in Senato

ROMA. L’emendamento ippico da inserire nel Decreto Semplificazioni, che puntava a una repentina riforma del settore, con il passaggio di tanto al Coni (o in particolare a una federazione: la Fise, ovvio), e il mantenimento di poco o comunque di marginale e strettamente agricolo al Mipaaf, è stato dichiarato inammissibile in Senato, dove alle ore 14 si sono riunite le Commissioni 1ª (Affari costituzionali) e 8ª (Lavori pubblici, comunicazioni).

Il progetto, chiamiamolo così, era stato presentato dai senatori Leonardo Grimani e Gelsomina Vono, appartenenti a Italia Viva, il partito della titolare del ministero di riferimento per l’intero comparto, Teresa Bellanova. Ricordiamo che l’emendamento era stato subito duramente contestato nei tempi e soprattutto nei modi dall’intera filiera ippica, insolitamente compatta nella circostanza.

Mario Viggiani - Corriere dello Sport - Facebook