Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

In Sardegna week-end per i cavalieri disabili

CON IL CONCORSO ippico nazionale di Tipo B una stella in programma domani e domenica a Santa Giusta, in Sardegna prende il via la stagione “indoor”. Sono i circoli L’Usignolo e il Grighine ad organizzare questa due giorni che comprende sedici categorie, otto per giornata, con inizio delle gare alle nove e trenta. Si parte dalla C130, a due manches il sabato e a difficoltà progressive con joker finale la domenica, per passare poi alla C120 e alla C115, poi nel pomeriggio si riprende con le categorie “brevetti” B110, B100, B90 e B80, per finire con la LP60 riservata i pony. A Santa Giusta sono attesi almeno centocinquanta binomi provenienti da tutte le scuderie sarde che avranno la possibilità di cimentarsi in un campo di gara al chiuso, in vista del prossimo appuntamento con i Campionati sardi indoor, fissati dal 21 al 23 dicembre ad Arborea.
A Nuoro, al Galoppatoio comunale di Prato Sardo, sempre domani e domenica si svolge la quarta edizione del Campionato sardo “Il cavallo un amore che guarisce” allestito dalla delegazione sarda della Fisdir (Federazione italiana sport disabilità intellettiva relazionale) in collaborazione con il Gruppo ippico nuorese. Le specialità inserite nel programma sono quelle del dressage e della gimkana da effettuarsi nelle tre andature, passo, trotto e galoppo.
Le gare iniziano alle 13 di domani con la cerimonia di apertura e con la sfilata delle società equestri partecipanti insieme a tutti gli atleti con le loro divise ufficiali, poi l’inno italiano e l’intervento delle autorità aprono ufficialmente la manifestazione. Nella seconda giornata di gare, domenica, la prima categoria di gimkana è fissata per le 9.30 e, al termine, ci saranno le premiazioni alla presenza di Maria Grazia Sechi, presidente del Comitato regionale della Fise e di Ugo Sias, delegato regionale della FISDIR.