Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Il trotto di Bologna festeggia la Repubblica

Martedì 2 giugno grande appuntamento all’Arcoveggio, con lo spettacolo e le emozioni del mondo del trotto offerte dalla kermesse imperniata sullo svolgimento del Gran Premio della Repubblica, prova faro del giugno tricolore, riservata ai free for all e programmata sulla distanza del miglio. Giunto alla sua 68° edizione, il Gran Premio della Repubblica vanta nel suo Albo d’Oro stelle di prima grandezza del panorama italiano e europeo e non solo, partendo da Mistero per giungere a Papandreu, primo ed ultimo vincitore di una corsa che ha fatto la storia delle redini lunghe.
Il 2015 propone una starting list di gran pregio, dieci saranno i partecipanti, con una vasta rosa di pretendenti al successo ed un serio rischio per il record di 1.11.7 detenuto dalla valchiria Linda di Casei.
Numero e forma, fanno di Miguel Wf un solido prospetto in ottica vittoria, con Giampaolo Minnucci a promettere spettacolo con tattica d’avanguardia e parziali mozzafiato funzionali a respingere gli assalti che Napoleon Bar e Bellei porteranno sin dallo stacco della macchina.
Ci proverà anche Rombo di Cannone, rivelazione stagionale che dopo una carriera da girovago ha trovato in Giorgio D’Alessandro un trainer paziente e professionale e nel talento di V.P. Dell’Annunziata la regia migliore per ambire all’elite tricolore, mentre Pace Del Rio, fratello della nobile Lana giunto ad una dimensione atletica ed agonistica da prima serie, dovrà dar fondo al suo miglior repertorio per continuare nel solco che lo ha visto emergere a Torino e vincere la consolazione del Lotteria ad ottima media.