Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Galoppo. Ribot ha vinto l'Arc virtuale

ROMA. Alla vigilia di un Arc de Triomphe non particolarmente ricco di soddisfazioni per i nostri fantini, un successo platonico per l’Italia è arrivato nella “Course des Légends”, l’evento organizzato da “Paris Turf” per festeggiare i suoi primi settant’anni, con scommesse on line sul Quinté e premi riservati ai suoi lettori. Una corsa virtuale, al computer, per la quale sedici vincitori della prova-faro del galoppo europeo erano stati selezionati e scelti come partenti dai redattori del quotidiano ippico francese: tra loro anche Ribot, duplice laureato delle edizioni 1955 e 1956.
Quotato 8 contro 1, seconda forza del campo dietro il solo Sea Bird, offerto a 5, il campione della Dormello Olgiata ha sfruttato al meglio la gabbia di partenza numero 2 e si è sistemato a ridosso dei primi, dietro il battistrada Mill Reef e un paio di portacolori dell’Aga Khan, Sinndar e Zarkava, poi respinti dal leader e aggirati da Hurricane Run e Dancing Brave.
In retta d’arrivo Ribot s’è lanciato all’interno del gruppo e nel finale ha mantenuto una mezza lunghezza di vantaggio, vanificando la rimonta di Sea The Stars. Alleged ha chiuso terzo a una lunghezza, l’outsider Tantieme quarto davanti a Sea Bird, per la combinazione 2-14-6-1-3 (nella foto). Lanfranco Dettori ultimo in sella a Golden Horn.

Corriere dello Sport - Mario Viggiani- Facebook