Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Galoppo. In Italia due stalloni PSA

Anche per questa stagione di monta la HM3 Equine Breeding Society, che fa capo alla Umm Qarn Farm, l’allevamento di stato del Qatar, propone importanti stalloni purosangue arabi a tassi di monta particolarmente convenienti, con speciali condizioni offerte a supporto dell’allevamento italiano dei PA.
NASHMI
Nashmi (2008, grigio, da Amer e Danie du Cassou) ha svolto la carriera di corse principalmente in Qatar, con 7 vittorie e 12 piazzamenti in 25 corse, segnalandosi in modo particolare con i secondi posti nel Qatar Gold Trophy 2014 e nel Qatar National Day Trophy 2015 (entrambi gr. 2), il terzo posto nel Qatar International Trophy 2013 (gr. 1), i quarti posti nell’HH The Emir's Sword 2014 e nel Qatar International Trophy 2015 (entrambi gr. 1). Il padre Amer è stato stallone di riferimento imprescindibile nell’allevamento dei PA, producendo vincitori di oltre 90 corse di gruppo 1 PA. Nashmi è fratello pieno dell’eccezionale campione Dahess (vincitore di 13 gruppi 1 in 5 nazioni e grande riproduttore). La madre Danie du Cassou ha prodotto anche Muntasar (vincitore di due gruppi 1 e 2º nella Qatar Arabian World Cup a Longchamp), e gli altri stalloni Darweesh, Bibi de Carrere e Fanfan de Carrere. La seconda madre Nerva du Cassou ha prodotto tra gli altri Baco du Cassou, Elios de Carrere e Nizam.
NIZAM
Oltre a Nashmi, in Italia è disponibile anche lo stallone Nizam (1998, grigio, da Amer e Nerva du Cassou), forte di un’origine altrettanto eclatante: anche lui ha come padre Amer, la linea femminile è la stessa di Nashmi. La sua carriera di corse comprende 15 vittorie, tra le quali 4 gruppi 1 per PA, e 7 piazzamenti nelle 22 corse disputate. In particolare si è segnalato per i successi nell’HH The Emir's Sword e nell’HH Sheikh
Mohammed bin Khalifa Al Thani Trophy in Qatar, nelle Zabeel International Stakes in Gran Bretagna e nell’HH The President Cup negli Emirati Arabi Uniti. In razza si è segnalato con Djarnizam Maamora, Tabarak, Al Mouhannad, Farh, Nerbah, Sahabba e Farooq, e ancora recentemente con Bel’Izam (2º nella Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan Jewel Crown, gr. 1, del novembre 2019 ad Abu Dhabi) e Hajres (2º nella Obaiya Cup, disputatasi nel Saudi Cup Day di fine febbraio a Riyadh)