Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Galoppo. Colombi ha firmato la "prima" a San Siro

MILANO. E’ stato il mercoledì della riapertura per il galoppo a San Siro. Un bel contesto con corse affascinanti per la presenza di diversi elementi di spessore. Il protagonista di giornata è stato un jockey di lunga navigazione, tattico e affidabile, Claudio Colombi. Il fantino labronico prima ha portato al successo la grigia Auyantepui nel Premio Alberto Zanoletti, tradizionale trial in vista delle Oaks.
L’allieva del signor Sismondi si è imposta in canter dopo prova all’estrema attesa. La figlia di Night Of Thunder ha staccato netto nell’ultimo furlong intervenendo al centro della pista. Colombi ha bissato nella prova sui 1800 metri per i cavalli anziani che nel prosieguo di stagione hanno come obiettivi Bereguardo, Vittadini e anche il romano ‘Presidente’. Qui il jockey livornese ha indovinato il tempo dell’attacco in sella a un concentrato Brasilian Man, capace di sfuggire nel finale al serrate del favorito Dulciboy.
Nella prova similare, per femmine anziane, bel risalto della grizzettiana Cime Fire, che negli ultimi 200 metri è piombata su Musa d’Oriente e ben sorretta da Marcello Belli si è affermata in maniera convincente. Il trainer Bruno Grizzetti ha sellato anche la vincitrice del Premio dei Laghi, la saura Faccio Io che, per i colori della Blueberry, ha spaziato di quattro lunghezze in una puntale interpretazione di Carletto Fiocchi. In pista anche i debuttanti del Gardenghi con assunto del castrone Rungie, ancor verde ma in grado di respingere fino in fondo il grigio Losak. In sella al vincitore Fabio Branca per la casacca biancorossa con croce di Sant’Andrea della Dormello Olgiata. Aveva aperto il pomeriggio, in maiden, sui 2000 metri, Masterwin, con Giulio Chioffi in sella, un successo a sorpresa, a 30 contro uno.