Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Fise Awards 2019, un'edizione di successo

Sara Morganti durante la premiazione dei Fise Awards
Sara Morganti durante la premiazione dei Fise Awards

 È andata in archivio l’edizione 2019 di FISE Awards, la serata organizzata ieri, lunedì 4 febbraio, dalla Federazione Italiana Sport Equestri, a Palazzo dell’Arte Antica – Spazio Novecento (Roma) per premiare i Campioni dell’equitazione che nel corso della stagione 2018 hanno portato in alto il tricolore nelle diverse discipline.
Una grande location resa unica da un inebriante gioco di luci e con la partecipazione di circa 500 persone. I prestigiosi ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport (presenti diversi degli atleti del Team Italia CONI) hanno fatto il resto e contribuito, con la loro presenza, a sostenere lo scopo di beneficienza che la FISE ha voluto conferire all’evento.
 
Il binomio sport e sociale è stato, infatti, il filo conduttore di FISE Awards. Il ricavato della serata sarà devoluto alla Onlus Sport Senza Frontiere e dedicato allo sviluppo del progetto JOY SSF CAMP che per l’edizione 2019 sarà rivolto ai bambini delle 255 famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova.
Un vero e proprio spettacolo curato fin nei minimi particolari, grazie alla grande maratona guidata dalla giornalista sportiva Francesca Brienza e dal conduttore radio e Tv Savino Zaba. Dopo il saluto e il messaggio del Presidente della FISE Marco Di Paola i big degli sport equestri si sono avvicendati sul palco per ricevere gli ambitissimi Awards.
 
“Il 2018 per l’equitazione italiana - ha detto Marco Di Paola - è stato un anno indimenticabile, che ci ha regalato soddisfazioni indescrivibili a Piazza di Siena con la vittoria degli azzurri in Coppa (per il secondo anno consecutivo) e in Gran Premio con il grande Lorenzo De Luca. Una doppietta che mancava all’Italia dal lontano 1976. Un anno arricchito dalle splendide tre medaglie d’oro ai World Equestrian Games (le due di Sara Morganti nel Paradressage, e quella di Lupacchini e Stopazzini nel Volteggio) e dai successi ottenuti nei diversi Campionati Europei e Mondiali delle diverse discipline. Sono felice di aver visto la grande risposta del nostro mondo con il tutto esaurito a Spazio Novecento. È un grande segnale di solidarietà che la nostra Federazione ha voluto dare contribuendo agli scopi di Sport Senza Frontiere Onlus”.
 
Un ringraziamento alla FISE per l’impegno dimostrato è arrivato anche dal presidente di Sport Senza Frontiere Onlus, Alessandro Tappa.
 
Riconoscimenti per le medaglie di Endurance, Polo, Reining, Attacchi, Horseball, Pony, Mounted Games, menzione speciale per tutti gli atleti che hanno preso parte ai FEI World Equestrian Games, ma anche per i successi nelle diverse coppe delle nazioni di salto ostacoli, di paradressage. Un premio speciale è andato anche a La Capinera come miglior associazione sportiva per le attività e i risultati multidisciplinari ottenuti nel 2018. Successivamente è stata la sfilata dei Campioni, trasmessa in diretta streaming sul sito e suoi social della Federazione Italiana Sport Equestri. 
 
Ad alternarsi sul palco per la consegna dei riconoscimenti dalla vice presidente del CONI e testimonial di Sport Senza Frontiere, Alessandra Sensini, per andare avanti con la giornalista e conduttrice TV Carlotta Mantovan, grande appassionata di equitazione, con gli attori Carolina Rey e Mario Ermito, il produttore cinematografico Roberto Cipullo, la showgirl Benedetta Mazza, ma tra gli altri anche il centrocampista della Lazio Marco Parolo (reduce dalla vittoria contro il Frosinone, proprio ieri), le schermitrici Elisa Di Francisca e Margherita Granbassi, il pugile Giovanni De Carolis. In platea anche due grandi dello sport italiano, oggi genitori di due “piccoli” campioni del salto ostacoli giovanile: Diego Fuser, ex gloria della Lazio e papà di Vittoria e l’ex pilota di Formula 1 Riccardo Patrese, papà di Lorenzo.