Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Finalmente torna il galoppo a San Siro

MILANO. Finalmente, San Siro. La riapertura del galoppo, segnale di una primavera alle porte. Domenica l’ouverture stagionale, in locandina il tradizionale Premio Apertura, handicap sul miglio di pista grande e una bella condizionata sui 1800 metri, il Premio Altieri, dedicato ad uno dei più bei purosangue degli ultimi decenni, visto in azione sulle nostre piste.
Tredici purosangue alle gabbie della sempre molto sentita ‘Apertura’, con Mr Gualano, recente vincitore del Barbaricina, che apre la scala dei pesi con 61 e mezzo. Da quella prova pisana proviene anche il bottiano Smart Rag, molto attivo quel giorno e con mezzi fatti intravvedere nella carriera giovanile. Con Dario Vargiu a bordo è in grado di farsi notare. Uno specialista di questi ricchi handicap è Trump’s Magic, laureato del Trenno e anche secondo del meranese Delle Alpi. E’ la carta di Marco Gasparini, che queste prove le sa leggere in tutti i suoi dettagli.
Da Pisa accetta la trasferta anche il grigio Tempus Iggannadu, ben trattato in perizia con quei 55 chili. Soggetto che corre all’attesa e che dovrà riuscire a piazzare l’allungo da distanza ravvicinata. Amintore e Declarationoflove sono i pesantisti, mentre in fondo alla scala c’è Anacleto, 53 chili e mezzo, un ottimo 1 di steccato e anche un precedente favorevole sul tracciato milanese.
Più essenziale il disegno della condizionata sui 1800 di pista grande che offre occasione per un rientro importante, quello del laureato del Parioli, il grizzettiano Cima Emergency che dovrà rendere quattro chili e mezzo a due ottimi soggetti come Keep and Love, secondo di Scheibler, e Siberius, uno dei beniamini del pubblico milanese, purtroppo stavolta assente per questa ouverture del vecchio caro San Siro, giardino di primavera dal sublime disegno architettonico.

Paolo Allegri