Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Fieracavalli, gli asini al centro della scena

L’appuntamento con la 121esima edizione di “Fieracavalli”, in programma nei padiglioni di Veronafiere  da giovedì 7 a domenica 10 novembre 2019, si sta avvicinando e oltre all’attesa per la vetrina della grande kermesse  scaligera dedicata al mondo dei cavalli s’inizia a definire il calendario degli incontri e convegni sui vari temi di interesse dell’universo equino.
Ampio spazio, anche quest’anno, verrà riservato a Verona al comparto asinino, spesso considerato secondario ma che nel nostro Paese sta riscontrando una crescita costante ed un interesse che vanno al di là della sua semplice riscoperta e valorizzazione, dal punto di vista economico, allevatoriale e di conservazione della biodiversità equina. 
In questo contesto, programmato per il pomeriggio di venerdì 8 novembre 2019  in Sala Rossini a Veronafiere , l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie-Izs (Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali), in collaborazione e con il patrocinio del Ministero della Salute, dell’Azienda Ussl 9 Scaligera, delle Università degli Studi di Messina e di Pisa e dell’Associazione Italiana Allevatori-A.I.A. organizza il Convegno sul tema “Gli asini negli interventi assistiti con gli animali; l’attenzione che si meritano ”.
Per un panorama generale sulla situazione del patrimonio asinino in Italia, si segnala la relazione del Dr. Giorgio Lo Magno, Medico Veterinario della Azienda Sanitaria Provinciale (Asp) di Enna, esperto di razze del Registro Anagrafico tenuto da A.I.A., che presenterà un quadro generale sull’allevamento equino ed asinino con particolare riferimento ai Registri Anagrafici Asinini e informerà anche sulle diverse prospettive di impiego degli asini. “La nostra esperienza – anticipa il Dr. Lo Magno – ci dice che vi sono ampi margini di lavoro con l’asino nel nostro Paese. E non solo per un fattore quantitativo, visto il ri