Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Europei di salto. Italia settima, Gaudiano in Finale

L’Italia chiude al settimo posto il Campionato d’Europa a squadre di salto ostacoli, in corso di svoolgimento ad Herning (Danimarca). Nella seconda e decisiva manche di oggi, giovedì 22 agosto, alla quale hanno avuto accesso le migliori dieci, delle 19 squadre partecipanti al Campionato Europeo, i nostri azzurri sono riusciti a mantenere la posizione di classifica conquistata dopo la seconda prova di ieri.
Il primo binomio a entrare in campo oggi per l’Italia è stato quello composto da Luca Maria Moneta e Neptun Brecourt, che ha totalizzato 9 penalità a causa di due abbattimenti e una piccola infrazione al tempo massimo consentito. Piergiorgio Bucci e Casallo Z, purtroppo, sono incorsi nell’eliminazione. A rappresentare il problema per il binomio azzurro è stata la doppia gabbia. Bucci e Casallo, infatti, si sono fermati sull’elemento d’uscita, un grosso oxer su cui i due arrivavano molto lontani. Tutto da rifare purtroppo, ma ripresentandosi sull’elemento d’ingresso, Casallo si è fermato di nuovo.
I nostri però si rialzano subito, quando entrano in campo l’agente del Corpo Forestale dello Stato Emanuele Gaudiano e Cocoshynsky, che pennellano uno splendido percorso senza errori. L’ultimo degli azzurri in campo è Juan Carlos Garcia. In sella a Prince de la Mare, Garcia esce dal campo con due errori. Le prestazioni degli azzurri consentono all’Italia, così, di mantenere la settima posizione.
Dopo aver ottenuto la medaglia d’Oro a squadre alle ultime olimpiadi di Londra, la Gran Bretagna riesce a mantenere la prima posizione al termine di una combattutissima gara e ad ottenere la medaglia d’oro a squadre anche in questa edizione del Campionato D’Europa, precedendo una Germania, alla quale è riuscita una bellissima rimonta per la medaglia d’Argento. E’ la Svezia che ottiene, invece, il Bronzo, grazie alle ottime prestazioni dei suoi alfieri nella prova di oggi. Giù dal podio e classificate nell’ordine dal quarto posto in poi: Francia, Svizzera, Olanda, quindi Italia, Belgio, Irlanda, Spagna, Portogallo, Danimarca, Ungheria, Norvegia, Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia e Bielorussia.
Ma consegnate le medaglie a squadre, la classifica individuale al termine della terza prova, vede al comando ancora il britannico Ben Maher, seguito dal francese Roger Yves Bost e dal campione europeo in carica, lo svedese Rolf Goran Bengston. Uno solo dei nostri azzurri, Emanuele Gaudiano, riesce ad ottenere il pass per la finale di sabato. (comunicato FISE)