Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Epifania all'Arcoveggio con il G.P. della Vittoria

BOLOGNA. Il giorno dell’Epifania all’ippodromo bolognese dell’Arcoveggio si disputerà il Gran Premio della Vittoria, il primo dell’annata ippica 2021. La formula tecnica della corsa è quella di una corsa internazionale per cavalli di 5 anni ed oltre, sulla lunga distanza dei 2460 metri. Un invito con partenza ai nastri che vedrà un solo cavallo nella veste di inseguitore, al secondo nastro la 5 anni Apple Wise As, già laureata di due classiche.

Il Vittoria 2021 oltre ai suoi contenuti strutturali – schema tattico, distanza maratona e avvio con i nastri – aggiunge altri motivi d’interesse: dal guanto di sfida portato dai neo cinque anni agli anziani, con una presenza dei cavalli più giovani importante nel mix di forma, sistemazione e potenziale tecnico, al profilo di una sfida a squadre. Il team in giallo, griffato Gocciadoro, presente con tre effettivi e il sorprendente Alessandro Raspante addirittura con quattro, l’ottimo Casillo in pista con una agguerrita coppia , mentre Andrea Guzzinati presenta il favorito tecnico della contesa, il pluripremiato Showmar, un autentico specialista di questo genere di prove che da tempo ha mirato l’obiettivo in terra felsinea.
In lizza per la vittoria anche gli allievi dei due prolifici team, Africa Jet per il trainer siculo ma con il proprietario Legati in regia , Suerte’s Cage personalmente interpretato dal neo campione italiano Alessandro Gocciadoro, senza dimenticare la vincitrice del 2019 Talisker Horse, che Raspante guiderà personalmente, lasciando a Roberto Vecchione le redini della rivelazione dell’autunno inverno 2020, Vento Spritz. Più difficile per gli altri, ma Akela Pal Ferm ha dato buona prova di sé nelle partenze da fermo e il suo partner, il giovane e brillante Salvatore Cintura, ne valorizzerà l’eccellente collocazione tattica, mentre Aguacate è soggetto duttile che Roberto Andreghetti guiderà da par suo, intrigante poi la presenza di Apple Wise As, vincitrice classica reduce da un brillante assunto romano proprio con partenza da fermo e mercoledì pomeriggio affidata all’interpretazione di Antonio Greppi.
Non solo Vittoria ma anche tqq nel mercoledì festivo bolognese, stessa impegnativa distanza dei 2400 metri e ancora free for all in pista, pronostico non facile ma con i migliori tutti a quota meno venti, dalla “classica”  Amber Prad , guidata da Ale Gocciadoro, alla generosa Unica Cagemar, affidata a Maurizio Cheli, passando per il cresciuto Vortice Leo e il grintoso Ulisse Effe, nelle mani rispettivamente di Greppi e Antonio Di Nardo  e senza trascurare le mai sopite  ambizioni d’elite di Zip A Dee Doo, con Special Matto allo start nel ruolo di veleno.