Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Domenica gli ordinary people a Montegiorgio

L'ultima tappa di qualificazione del Campionato delle Stelle, tradizionalmente riservata alla cosiddetta ordinary people, va in scena domenica sera all'Ippodromo San Paolo di Montegiorgio. 

Saranno in 10, tutti rigorosamente senza frusta, a battersi per uno o due posti in finalissima (che quest'anno potrebbe essere programmata nel sempre più intraprendente ippodromo di San Giovanni). 

Per ora -e nessuno di loro è partente nella sfida marchigiana- di diritto, in finale, andranno il campione in carica Maurizio Piergallini, le tre wild card indicate rispettivamente dall'ippodromo ospitante, dal Mipaaf e dal partner benefico del circuito e tre vincitori di tappa, Denise Trinca, Andrea Luraschi e Carlo Bonfiglioli. 

Il pronostico, per domenica, pone in evidenza Geri "Alvaro" Ramadori, cui la sorte ha riservato Uinner Best, l'esordiente Alessandro "Napoli" Amirante con lo specialista Renè Palle Bigi, il fornaio di Fermo Riccardo "a casa" Del Papa con Sri Lanka e solo un gradino più sotto Ardian Isufi con Triglav e Giacomo Marini con Ultrababy Font.

Ruolo di oursider invece per il pur forte Ninni Rod (in sulky il simpatico anche se un poco emotivo Paolo Gigli), l'esordiente Stefano Marsili con Ugoper, Mario Tomassini con Piervincenzo e soprattutto gli appassionatissimi Jody Giandomenico e Gianluca Cortellazzi che hanno "pescato" i cavalli considerati più deboli, vale a dirsi Zen Alter e Armavir. Attenti però che le corse sono corse e soprattutto queste con le guide amatoriali, dove, ogni tanto, senza la frusta e senza lo stress dei professionisti, i trottatori sono capaci di improvvisi exploit a sorpresa...