Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Domenica Capannelle tornerà alla ribalta con il Champions Day

ROMA. Il Roma Champions Day di domenica alle Capannelle ha davvero tutto per continuare ad essere un grande momento di selezione non soltanto italiana ma anche internazionale. Basta dare uno sguardo al programma della giornata per comprendere che davvero il Roma Champions Day è la terza perla della collana.
Il Premio Roma, sui 2000, vedrà in campo cinque protagonisti di assoluto lignaggio a cominciare dall’ospite favorito Skalleti, fresco laureato di Dollar a Parigi (come hanno fatto tanti vincitori di Roma negli ultimi 20 anni). Contro l’allievo di Reyner proveranno due tre anni in grande forma ovvero Thunderman e Frozen Juke, alfieri della generazione sulla distanza mentre gli anziani italiani saranno Presley, già nel marcatore del Roma, e Time To Choose puntuale con l’appuntamento in pattern.
Il Roma sarà la terza corsa del pomeriggio (inizio alle 13,45 con il Ribot – memorial Loreto Luciani) mentre il Lydia Tesio andrà in scena come quinta corsa alle 16,10 e sarà spettacolo con le sue dieci protagoniste ovviamente in rosa, tutte femmine. Il new deal di Capannelle è avvalorato dalla presenza di ben sette ospiti sulle dieci in corsa, ottima notizia che significa un ritrovato interesse verso le nostre corse. Le nostre, le migliori possibili, saranno Call Me Love, Elisa Again e Romance D’Amour. Saranno sfidate da un gruppo di competitive cavalle: Bint al Nar, Lanana, Moonoon, Sword Peinture, Waintingfortheday molto attesa, Wish You Well e Zillione Sun. Sarà certamente grande spettacolo. Come nelle altre corse perché avremo altre tre pattern e una listed.
Nel Ribot che apre la giornata i primi tre del Parioli (Out Time fresco anche di Di Capua) Mission Boy e Pensiero d’Amore saranno pronti alla sfida con il tedesco dal buon rating Kronprinz ma in campo ecco anche il terzo del Vittadini, Fulminix, e soprattutto il runner up dello scorso anno Villabate pesantista perfetto.
I due anni avranno a disposizione il Berardelli sui 1800 metri come detto e la risposta è davvero notevole, saranno in 11 e nel vincitore scopriremo un futuro tre anni di punta come sempre. I flyer termineranno la stagione internazionale nell’Alosi ed anche in questo caso spettacolo assicurato da dieci nelle gabbie tra i quali un ospite già noto come Zargun che sfiderà ancora i nostri dai titoli in regola: Buonasera che ha vinto il Tudini, Pensierieparole che vinse a suo tempo il Chiusura, The Conqueror forse il più atteso,Trust You titolato in pattern anche lui, ma sono velocissimi anche gli altri del campo.
Grande spettacolo e con ospiti anche nel Divino Amore, solo due anni sui brevi 1000 metri, saranno in 11 e c’è solo l’imbarazzo della scelta.
Un pomeriggio che avrà come protagonisti anche i gentlemen e che si concluderà con la tris, il Premio Livermore, una tradizione nel giorno del Lydia Tesio perché il nome della famiglia Livermore per tre generazioni è stato unito a quella del casa Tesio nel più straordinario progetto culturale ippico di tutti i tempi: creare solo Campioni.

comunicato HippoGroup Roma Capannelle