Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Domenica alle Capannelle si corre il 94° Derby del trotto

una corsa al trotto in una immagine di repertorio
una corsa al trotto in una immagine di repertorio

ROMA. Finale del Derby del trotto domenica prossima alle Capannelle - giornata nella quale si assegna anche la corona femminile delle Oaks - e nota d'internazionalità data al Nastro Azzurro dalla presenza di due guidatori svedesi: Orjan Kihlstrom guiderà il Ready Cash Cronos degli Dei, allevato sulle colline del Chianti da Tomaso Cavalli, mentre Bjorn Goop sarà la guida di Cash Maker. figlio di Donato Hanover quotato 13 a 1 in antepost.

Tra i dodici della finale i favori del pronostico sono per Callmethebreeze, colori francesi di Philippe Allaire e guida di Andrea Guzzinati. E' il vincitore del torinese Premio Marangoni e anche il più ricco dello schieramento e il cavallo con il miglior record sulla media distanza (1.12.2). In antepost è stato giocato a 2.25 in un betting che ha proposto come alternativa principale Charmant De Zack, l'allievo di Marco Smorgon dichiarato partente per domenica con la guida di Antonio Di Nardo. Terza forza potenziale della corsa sembra Colibrì Jet, il portacolori della Pink & Black che è la scelta di Alessandro Gocciadoro ed è stato giocato a 6,50 in antepost.

La lavagna della marcia di avvicinamento al big event ha proposto a 13 contro uno Corazon Bar, la carta di Giampaolo Minnucci. Si tratta di un soggetto con doti di fondo che ha raggiunto una notevole continuità di rendimento. Capital Mail, l'allievo del 'francesino' Minopoli, che per valori statistici - record sulla distanza, vittorie e piazzamenti nel circuito classico - è di fatto il numero 2 del ranking, non ha riscosso molto credito nelle puntate in antepost, tanto che ha chiuso a 14 contro uno. Si lancerà dal post 6, giocandosi molte chances nella fase iniziali, visto che si tratta di un soggetto che spinge letteralmente la macchina. Dietro le ali dell'autostart la pole è per Charmant De Zack, soggetto di robusta e prolungata progressione, mentre c'è il quattro per Callmethebreeze, un cavallo che sembra preparato appositamente per essere al top nel giorno che conta, quello di una corsa dal fascino unico come il Derby che un cavallo corre una volta sola nella vita.

Il sire più rappresentato nella finale è Nad Al Sheba con 2 soggetti, il trainer con più pedine è Alessandro Gocciadoro con 5 cavalli partenti, mentre il guidatore con più successi nella storia della corsa è il Professore William Casoli. Il primato delle vittorie tra i proprietari è della mitica giubba nero-granata. quella Orsi Mangelli che ha scritto un bel po' di storia del nostro trotto. 12:03 06/10/2021