Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Coordinamento, per i premi perchè non tornare al passato?

Il Coordinamento Ippodromi comunica "I gravi ritardi con cui vengono pagati i premi alle scuderie sono,purtroppo ed ormai da tempo, sotto gli occhi di tutti, così come le difficoltà tecniche e burocratiche con cui è' costretto a misurarsi l'Ufficio Centrale di Bilancio del Ministero delle Finanze per poter adempiere a tali complessi pagamenti
Ne abbiamo discusso insieme alle associazioni delle categorie nella riunione tenuta ieri con i vertici ministeriali ed in quella sede è' emersa la soluzione che potrebbe risolvere il problema: affidare alle  Società di corse la gestione del pagamento dei premi.
Come, peraltro è stato fatto per decenni ( fino al 2012) con gli ippodromi che pagavano i premi con un sistema che funzionava perfettamente, senza intralci e sotto il controllo dell'Unire.
Torniamo quindi a quel " vecchio " e " sano " Sistema. Peraltro, con la nuova Convenzione tra Ministero ed Ippodromi, che tra le tante novità introdotte ha previsto la stipula di ingenti  Fideiussioni a garanzia dei compiti assegnati alle Società di corse, la procedura diventa molto più garantita e trasparente , rendendo praticamente impossibile "evasioni " o " inadempienze".
Ci auguriamo che questa proposta venga presto accolta dal Ministero e si possa tornare al corrente pagamento dei premi entro  60 giorni.