Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Cesena, Deimos Racing con il 3 ha una chance di prima sabato nel Grassi

Cavalli al trotto all'ippodromo di Cesena
Cavalli al trotto all'ippodromo di Cesena

CESENA. Due file complete dietro l’autostart sul miglio del Riccardo Grassi di sabato sera al Savio. E’ una delle prove di maggior rilievo dell’estate di Cesena e dal 1975 premia free for all di elevata caratura, ricordando colui che fu per lungo tempo presidente della Società Cesenate Corse al Trotto. La volata di fine luglio racconta una storia di campioni del trotto aperta dall’indimenticato americano della metà degli anni Settanta Lighting Larry (guidato da Edy Gubellini) in una lista di winners che nella passata stagione ha visto lo svedese di casa Gocciadoro Arazi Boko regalarsi l’ennesimo hurrah di una folgorante carriera italiana. Il campo partenti di questo Grassi 2021 è un mix riuscito di qualità e quantità dove, in sede preventiva, spicca la bonne chance di Deimos Racing, performer di alto livello del circuito classico. 

L’allievo di Bondo, affidato alle mani del top driver Enrico Bellei, con il 3 dietro la macchina, gli ottimi trascorsi sulla pista, una certa superiorità tecnica rispetto al resto del campo, è nelle condizioni ideali per arricchire il proprio palmarès. All’opposizione un piazzato di ferro della corsa, quello Showmar diligente passista di scuola Guzzinati che spinto da condizione e pole position si candida al podio. La terza forza dello schieramento è Atik Dl, esponente del team Pistone in evidenza nel recente rendez-vous di San Giovanni Teatino, soggetto che arriva all’appuntamento in condizioni di freschezza e con l’impressione di essere in fase di notevole espansione tecnica. Deimos Racing dietro le ali della macchina avrà al suo interno Verdon Wf, soggetto di buon motore sul quale incuriosisce la guida di Vincenzo Piscuoglio Dell’Annunziata che nell’ultimo step classico di Montecatini si è rivelato manico ideale per aggiungere genio tattico e imprevedibilità a cavalli in ascesa di condizione. 

Non ha avuto fortuna nel sorteggio un performer eccelso già rodato in corse di gruppo come Vincerò Gar, statuario allievo di Pietro Gubellini che abbina classe a forza atletica. Esordio in prima categoria per Up Right Bi, per il rossoverde Biasuzzi schierato e guidato da Ale Gocciadoro. Non ha dati di forma Zefiro d’Ete ma la griffe Ehlert/Vecchione e buoni trascorsi a questi livelli inducono a tenerlo in considerazione almeno per un posto nel marcatore. 

L’idea di quota è Akela Pal Ferm, scattista di valore allestita da Gennaro Casillo e affidata ad Antonio Di Nardo: in passato questa velocista ha fatto autentici numeri al Savio e il numero in scia al probabile battistrada potrebbe schiuderle inattese ambizioni di risultato anche importante. Dunque, una corsa che straripa di temi d'interesse, sottoscrivendo il concetto che i gran premi della stagione estiva di Cesena restano un appuntamento da non perdere per quei romantici dell'ippica che ancora i cavalli amano vederli all'ippodromo. Incroci di criniere e traiettorie di zoccoli sulla sabbia sotto le luci che rischiarano il blù notte.