Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Caso FISE Lombardia, il CONI deciderà l'11 giugno

L'ALTA CORTE del CONI ha ricevuto un ricorso da parte dei signori Umberto Lupinetti, Marco Biasia, Antonio dell’Orto, Giuseppe Leoni, Giovanni Listorti, Filippo Moyersoen, Norma Paoli, Aldo Pescò, Emilio Roncoroni, Lorenzo Rossi, Mario Verheyden contro la FISE, in persona del suo presidente pro tempore Antonella Dallari, e nei confronti dell’avv. Paolo Nicoletti, nella sua qualità di Commissario Straordinario del Comitato Regionale FISE Lombardia. Il ricorso è stato presentato ex art. 3, comma 1, lettera c) del Codice dell’Alta Corte e, subordinatamente, ex art. 1, comma 5, lettera h), del Codice medesimo.
I ricorrenti hanno richiesto all’Alta Corte, in via cautelare ante causam, con decreto presidenziale inaudita altera parte ex art. 3, comma 1, lett. c) del Codice, o, in subordine, con ordinanza collegiale, di sospendere il provvedimento di scioglimento del Consiglio del Comitato Regionale Lombardo della F.I.S.E., oggetto di impugnazione, fino alla decisione che sarà assunta in sede di merito da questa Alta Corte, inibendo, altresì, l’adozione di ogni altro provvedimento che abbia oggetto identico o analogo a quello impugnato.
Il Presidente Chieppa ha contestualmente assunto un decreto con il quale ha respinto il provvedimento cautelare richiesto inaudita altera parte e ha fissato la camera di consiglio sull’istanza cautelare e l’udienza di discussione del ricorso de quo in data 11 giugno 2013, alle ore 17.30.