Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Carezze che curano, una proposta per le Amazzoni del terzo millennio

 Il tumore al seno riguarda in Italia una donna su 8: la ricerca avanza, la diagnosi precoce e la prevenzione anche, le terapie si fanno sempre più mirate.  E cresce la consapevolezza della malattia come sistema, che coinvolge e cambia non solo il corpo delle donne, ma anche la loro qualità e percezione della vita personale e sociale. Si moltiplicano così le proposte e gli interventi di supporto, per sostenere e aiutare le pazienti in un percorso difficile e impegnativo. Queste Donne guerriere, Amazzoni, per tornare a vivere hanno bisogno di fare i conti con la malattia, di prendersi cura di sé e di attrezzarsi per un lungo cammino, fatto di cure e controlli che periodicamente risvegliano le loro paure.  La relazione con gli animali - il cavallo, l'asino e il cane, con tanti altri "pet" - è tra le più antiche e proficue: nel corso dei millenni si è passati da un rapporto di tipo alimentare-utilitaristico (ti mangio o ti faccio lavorare per me) a  un'interazione basata (anche, talvolta, mai abbastanza) sul reciproco riconoscimento e rispetto.

La cooperativa sociale el Nath propone alle Amazzoni del terzo millennio il progetto CAREZZE CHE CURANO, un percorso basato sulla relazione uomo/animale. Ampiamente impiegata negli Interventi Assistiti (pet therapy, riabilitazione equestre, onoterapia), essa si è mostrata in ambito oncologico molto efficace nella riduzione del dolore post operatorio e degli effetti collaterali della chemioterapia, con ricadute anche sul sistema immunitario. Da qui un generale miglioramento della qualità della vita delle pazienti, nell’ambito privato-familiare come in quello sociale e lavorativo.
Destinatarie del progetto: donne operate al seno e sottoposte a chemioterapia adiuvante.
Il progetto è totalmente gratuito, grazie al sostegno di Wind-3 attraverso l’iniziativa Insieme Si Può: tra settembre a dicembre di ogni anno tutti i dipendenti Wind Tre vengono coinvolti nel proporre e votare, attraverso la intranet aziendale, iniziative cui destinare un contributo da parte dell’azienda, impegnata su diversi fronti della solidarietà sociale.
Responsabile Progetto: Dr. Nicoletta Angelini – n.angelini@gmail.com - 3387083133