Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Capannelle, si rivede Pretending tra i fondisti

ROMA. La domenica del galoppo romano propone tre interessanti prove tradizionali del calendario autunnale di Capannelle. Su tutte spicca il Roma Vecchia, maratona sui 2800 metri dove Pretending difende il titolo 2019 in un contesto dove il tema, accanto alla presenza dell'ospite ceca Imsexyandiknowit, terza in agosto a Maia nell'E.B.F. Terme di Merano, è la sfida lanciata da due interessanti tre anni: Aldrodovar e Oleksander, accomunati da linea comune in due prove precedenti, il milanese Italia e il romano Scheibler.
I confronti diretti sono favorevoli ad Aldrodovar, un Lord Chaparral che dopo il terzo posto nel milanese Emanuele Filiberto si è confermato soggetto di eccellente livello come runner up sia nello Scheibler che nell'Italia dove seguiva sul miglio e mezzo un cavallo di valore come Masterwin. Qui alle Capannelle, nella tradizionale prova per fondisti, l'allievo di Endo Botti allunga il metraggio di quattrocento metri rispetto al miglio e mezzo affrontato a San Siro.
E' della partita anche l'esperto Fambrus, quest'anno secondo della Coppa d'Oro e laureato del Lombardia. Ci prova anche Unique Diamond, in gran momento di forma come attesta il successo in un handicap di pregio come il Palmieri.
Nel pomeriggio anche il Nearco, handicap principale sul miglio che chiama Villabate a rendere chili a ottimi performer come Trump's Magic e Win The Best che muovono da Pisa. Da vedere anche il Buontalenta, listed race per femmine sui 1600, con l'infinita Musa d'Oriente che cerca l'ennesima impresa di una sensazionale carriera contro una tre anni che galoppa forte come Haven Park e altre due cavalle da zona podio come Dorotea e Ifrachy di bella regolarità di rendimento