Agenzia di informazione indipendente

di Rodolfo Galdi e Marialucia Galli

Articolo completo

Bene anche in ostacoli Live Your Life

MERANO. Festa di Pentecoste in Alto Adige e lunedì alle corse, nella conca di Maia, in riva al Passirio. In questo scenario straordinario, le corse in ostacoli di Merano regalavano l'atteso debutto in steeple di Live Your Life. Il rossostellato allenato e montato da Raf Romano ha vinto in questa sua première sui volumi alti, anche se va detto che dalla sua parte ha avuto anche la buona stella. Infatti, Prince d'Orage, che aveva condotto a andatura costante dal via, e che sul rettilineo opposto aveva acquisito chiaro margine, è scivolato nel tratto piano sul curvone che porta alla dirittura d'arrivo.
Così è stato via libera per Live Your Life, che si è ritrovato in vantaggio e negli ultimi 600 metri in leggera discesa della dritta finale, ha soltanto dovuto amministrare il vantaggio di qualche lunghezza nei confronti del grigio Pazzesco, autore di una buona prova sempre al seguito del leader. Davvero un esito clamoroso, con un Prince d'Orage caduto a corsa ipotecata e per uno scivolone in piano dopo aver saltato molto bene gli ostacoli più impegnativi del percorso, dall'oxer alla diagonale aperta dal muro e chiusa dal talus. La combinazione doppio travone-muro-verticale vedeva addirittura Prince d'Orage andare di là in maniera perfetta tanto da prendere diverse lunghezze a Pazzesco e Live Your Life. Poi, inaspettato, il colpo di scena che ha deciso la prova. Nel Val Passiria, in steeple per 5 anni ed oltre, si è rivisto al meglio l'atteso Al Bustan, capace di staccare netto in dirittura dopo gara d'attesa. Molto bello al tondino, il vincitore del Merano 2017, ha così fugato i dubbi sulla sua condizione dopo il 'fermato' del precedente impegno, ponendo la propria candidatura al prossimo Grande Steeple Chase d' Europa di fine mese. Bello il finale del Saltusio, prova in siepi, con un energico Jos Bartos capace di sostenere fino in fondo un coraggioso Piton De Neiges che, con pieno merito, ha respinto Kifaaya, il favorito tecnico della corsa.